Termostato WiFi Netatmo, Nest, tado: miglior cronotermostato Wi-Fi

Termostato WiFi Netatmo, Nest, tado: miglior cronotermostato Wi-Fi

Con un termostato WiFi accendi la caldaia mentre torni a casa o la spegni dall’ufficio se ti eri dimenticato. Scopri come risparmiare col miglior cronotermostato Wi-Fi: Netatmo Nest tado BTicino Smarther.

Pur avendo sperimentato soluzioni di controllo molto personalizzate, vi suggerisco l’adozione di un termostato WiFi caratterizzato da grande semplicità, spesa limitata e risultato quasi sicuro per intervenire su un impianto già esistente ottenendo risparmi significativi.

Il panorama di prodotti e’ alquanto ricco: ad aziende innovative come NetatmoNest e tado e si e’ affiancato anche un cronotermostato WiFi fatto in italia della BTicino.

Se vuoi una soluzione per migliorare comfort e risparmiare d’estate con il condizionatore leggi subito Climatizzatore WiFi: condizionatore smart migliore Sensibo vs tado.

Termostato WiFi caratteristiche

Partiamo identificando le caratteristiche che contraddistinguono un termostato WiFi rispetto ad un cronotermostato tradizionale:

  • algoritmi intelligenti basata sulle previsioni meteo e sull’apprendimento delle caratteristiche termiche dell’abitazione
  • risparmio energetico ed economico grazie all’intelligenza
  • gestione da remoto mediante smartphone con app dedicata
  • collegamento mediante WiFi
  • controllo di temperatura multizona
  • gestione climatizzazione invernale ed estiva
  • disponibilità di dati storici (ad esempio di temperatura)
  • integrazione con sensori
  • valvole termostatiche intelligenti per impianto a termosifoni centralizzato
  • comando vocale (ad esempio mediante Amazon Echo)
  • documentazione e supporto online in italiano
  • aggiornamento software automatico
  • tipologia di alimentazione

Data l’ampia disponibilità sul mercato mi limiterò a considerare termostati WiFi facilmente reperibili in Italia.

Termostato WiFi Netatmo, Nest, tado, BTicino: miglior cronotermostato Wi-Fi

Ho selezionato i seguenti modelli di cronotermostato Wi-Fi per una comparazione approfondita:

Netatmo termostato WiFi per smartphone

Vediamo le caratteristiche del primo contendente allo scettro di miglior cronotermostato Wi-FiNetatmo termostato WiFi per smartphone:
  • Programmazione adattata al vostro comportamento
  • Bilancio del Risparmio Energetico
  • Auto-Adapt / Auto-Care
  • Ritorno dalle vacanze
  • Supporto multizona
  • Collegamento WiFi
  • Controllo della caldaia a distanza mediante App su smartphone

Anche in questo caso sono disponibili delle valvole intelligenti per termosifoni:

Netatmo termostato WiFi per smartphone installazione

Il ricchissimo sito di supporto in lingua italiana ci viene aiuto con dei video molto chiari sia per l’installazione del Netatmo termostato WiFi per smartphone in sostituzione di uno esistente che delle valvole aggiuntive:

 

Termostato intelligente tado

E’ ora la volta del termostato intelligente tado, le cui caratteristiche principali  sono:
  • Controllo basato sulla localizzazione (accende la caldaia quando occorre in base alla tua posizione)
  • Gestione tramite app su smartphone ovunque tu sia
  • Risparmia fino al 31% sulla tua bolletta energetica
  • Integrazione previsioni meteo
  • Per impianti di riscaldamento vecchi e nuovi di qualsiasi marca
  • Integrazione con Apple HomeKit, Google Home, IFTTT e Amazon Echo

Il cronotermostato Wi-Fi tado prevede anche delle testine termostatiche intelligenti da usare in caso di impianto centralizzato con termosifoni.

Termostato intelligente migliore 2017 Tado, Nest o Netatmo ?

Termostato intelligente tado installazione

L’installazione del termostato intelligente tado e’ piuttosto semplice. L’oggetto si presenta in questo modo:

Termostato intelligente migliore 2017 Tado, Nest o Netatmo ?

Il primo passo e’ di sostituire fisicamente il vostro vecchio cronotermostato con il termostato WiFi tado:Termostato intelligente migliore 2017 Tado, Nest o Netatmo ?

Ora basta fare la configurazione del collegamento mediante il vostro WiFi ed utilizzando poi l’app su smartphone:Termostato intelligente migliore 2017 Tado, Nest o Netatmo ?Ed il gioco e’ praticamente fatto !

 

Termostato WiFi Nest

Il concorrente più famoso della nostra sfida, forse perché ha creato un mercato che prima non esisteva, e’ il Termostato WiFi Nest:

Proviamo a sintetizzarne le caratteristiche principali:
  • Compatibile con la maggior parte degli impianti di riscaldamento centralizzato
  • Schermo LCD a colori
  • Disponibilità in diversi colori
  • Sensori di temperatura, umidità, movimento corto e lungo raggio, luce ambientale
  • Collegamento WiFi – controllo remoto mediante App su smartphone
  • Supporto multizona

Una funzionalità che trovo particolarmente interessante e’ la tecnologia Sunblock per cui il termostato WiFi si regola automaticamente alla luce diretta del sole permettendo di leggere e impostare la corretta temperatura anche quando il cronotermostato Wi-Fi sia esposto direttamente al sole nel corso della giornata:

Termostato intelligente WiFi migliore Netatmo o Tado o Nest ?

Anche il termostato WiFi Nest prevede una soluzione di installazione simile a quella dei suoi concorrenti, con cronotermostato Wi-Fi ed heat link da collegare alla vostra caldaia:

Termostato intelligente WiFi migliore Netatmo o Tado o Nest ?

Il termostato WiFi Nest supporta caldaie modulanti OpenTherm determinando la temperatura ottimale dell’acqua per la caldaia che modulerà utilizzando più o meno gas in base alla necessità per raggiungere la temperatura dell’acqua stabilita:

Termostato intelligente WiFi migliore Netatmo o Tado o Nest ?

Cronotermostato Wi-Fi BTicino Smarther

Termostato WIFI BTicino Smarther

Veniamo ora al marchio che e’ la certezza quando si parla di impianti elettrici in Italia: BTicino.

Vediamo le principali caratteristiche del cronotermostato Wi-Fi BTicino Smarther:

  • geolocalizzazione: se uscendo di casa hai dimenticato la caldaia acceso, BTicino Smarther ti invierà una notifica
  • gestione da remoto mediante smartphone: tramite l’app Thermostat puoi gestire la programmazione settimanale o regolare le soglie di temperatura in qualsiasi momento ovunque
  • boost: fai partire la caldaia in modo immediato per un tempo limitato (30, 60 o 90 minuti); al termine del periodo selezionato BTicino Smarther riporterà la temperatura al livello precedentemente programmato evitando gli sprechi
  • multi-utenza: gestisce fino a 10 utenti con profili personali; ognuno può stabilire autonomamente il proprio comfort
  • multi-zona: l’app Thermostat è in grado di controllare più zone e fino a 4 BTicino Smarther
  • multi-abitazione: mediante l’app possono essere gestiti contemporaneamente più termostati intelligenti connessi BTicino Smarther presenti in case diverse

Per quanto non evoluta come le altre, l’app Thermostat è di facile utilizzo:

L’installazione del termostato WiFi BTicino Smarther in sostituzione di un cronotermostato tradizionale già esistente risulta un’operazione alquanto agevole:

Oltre alla versione per montaggio a parete, esiste anche una versione da incasso che si adatta perfettamente a case nuove.

Il termostato WiFi BTicino e’ assolutamente bello da vedere, eccovi la foto di un esemplare che ha attirato la mia attenzione all’interno di un ristorante:

BTicino Smarther

Come potete apprezzare dai video inclusi la documentazione in lingua italiana di questo cronotermostato Wi-Fi e’ ricchissima.

Termostato WiFi Netatmo, Nest, tado: miglior cronotermostato Wi-Fi

Siamo ora pronti per mettere in gara tutti questi termostati WiFi: tado vs Netatmo, Nest vs Netatmo, Netatmo vs tado, tado o Netatmo, Netatmo vs Nest, tado vs Nest, Nest vs tado stabilendo quale termostato intelligente sia il miglior cronotermostato Wi-Fi che si possa trovare sul mercato italiano:

 
Estetica
Livello di intelligenza
App
Multi-zona
Valvole termostatiche intelligenti
Climatizzazione estiva
EUR 229,00EUR 128,69EUR 199,99EUR 134,79
I principali fattori di differenza riguardano la gestione di valvole termostatiche intelligenti e della climatizzazione estiva (comunque con componenti aggiuntivi).

Il linea generale, includendo anche la climatizzazione estiva, il termostato intelligente tado risulta il prodotto più completo e versatile; limitandosi al solo riscaldamento invernale prenderei assolutamente in considerazione anche il termostato WiFi Netatmo.

Per quanto sia leggermente meno evoluto il termostato WiFi BTicino Smarther e’ un prodotto di un’azienda molto affidabile e capillarmente presente sul territorio italiano.

Mi raccomando: decidete sempre in base alle vostre esigenze specifiche ed a quanto siete disposti effettivamente ad investire !

Potrebbe interessarti anche

14 pensieri su “Termostato WiFi Netatmo, Nest, tado: miglior cronotermostato Wi-Fi

  1. Avale

    io ho Tado. Ottimo prodotto ma…. abbinato alla ROTEX HPSU COMPACT per al gestione della temperatura nella zona notte e zona giorno con riscaldamento a pavimento, fa disastri. Non funziona come un normale termostato, e il suo algoritmo entra alle volte in totale contrasto con il funzionamento della PDC, con l’effetto finale di non far circolare l’acqua e quindi fa scendere troppo la temperatura delle zone da riscaldare.
    Qualcuno ha avuto esperienze simili? Se l’assistenza Tado (gentilissimi tra l’altro) non trovano una soluzione credo dovrò smontarli

    Rispondi
    1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Avale, grazie del tuo riscontro.
      Tenendo conto che io ho la pompa di calore Rotex HPSU Compact che conosco molto, le domande che ti pongo sono:
      1) quali sarebbe materialmente i disastri che il termostato tado compierebbe ? Sii più specifico rispetto al presunto errore di programmazione
      2) io ho fatto parecchi disastri di programmazione con la Rotex HPSU Compact utilizzando un normale crono-termostato
      3) cosa utilizzavi prima di tado per la crono-programmazione della tua pompa di calore Rotex HPSU Compact ?

      Sinceramente non penso proprio che un termostato intelligente possa fare disastri in autonomia: non fa altro che aggiustare la crono-programmazione riconoscendo la presenza o meno delle persone e facendo leva sulle previsioni meteo per “anticipare” le variazioni sulla programmazione (in termini di orari di accensione e spegnimento).

      Molto dipende dalla programmazione fatta sul termostato tado:

      Come configuro la Programmazione Intelligente del mio tado°?

      So per esperienza diretta che invece e’ molto più facile fare danni con una pompa di calore come la Rotex HPSU Compact facendo programmazioni azzardate.
      Ci sono una serie di parametri, in primis la temperatura di mandata dell’acqua nel pavimento radiante, che determinano tutto il buon funzionamento di un impianto con pompa di calore e radiante.

      Rispondi
      1. Andrea

        Ciao!
        Scusa per l’uso di termini magari non appropriati.
        La mia casa è nuova (isolamento ottimo) con due circuiti uno zona notte e uno zona giorno. Ciascuno ha la sua valvola comandata dal termostato. Tale valvola una volta aperta (3minuti dalla chiusura contatto del termostato) da il consenso EXT alla HPSU. La configurazione della HPSU è quella fatta dal tecnico Daikin.
        Praticamente il termostato TADO traduce la richiesta di calore in attivazioni di periodo variabile. Ha tre livelli 1 , 2 e 3 linee (bassa media e alta richiesta).
        Faccio un esempio pratico:
        – temperatura impostata sul termostato 20° senza alcuna pianificazione e geolocalizzazione
        – il primo livello interviene a 19.8 circa con chiusura del contatto per 3 minuti, e poi altri con il contratto a OFF
        – la temperatura scende a 19.5 e a questo punto interviene il secondo livello di richiesta di calore con tempo di ON di 10 minuti
        – quando la temperatura poi scende ancora si attiva il terzo livello (e qui devo ancora capire per quanto)

        va da se che per i primi due livelli non hanno alcun impatto.
        Dopo la segnalazione al centro assistenza mi hanno modificato i parametri dell’algoritmo impostando dei tempi di ON minimi più lunghi, con miglioramento dei risultati ma in condizioni particolari come per esempio dopo una giornata di non circolazione nel pavimento (per esempio uso di caminetto) prima che la temperatura inizi a risalire passa una giornata intera con un delta della temperatura delle zone che arriva oltre al grado.
        Ho chiesto al centro assistenza di aumentare ancora il tempo minimo di attivazione, che secondo me dovrebbe persistere fino al raggiungimento della temperatura impostata.

        Rispondi
        1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

          Non e’ una questione di termini.

          Premesso che non mi e’ chiaro perché sia stato usato l’ingresso EXT (che serve a commutare la modalità di funzionamento) e non l’ingresso J16 (che serve proprio per un termostato ambientale). Potrebbe comunque essere corretto.

          La mia sensazione e’ che qualcosa non vada nel comando della Rotex HPSU Compact.

          Quanto descritto (impulsi brevi di accensione) potrebbe adattarsi ad una caldaia di potenza elevatissima (l’impulso produrrebbe comunque energia importante). Certamente non e’ coerente con una pompa di calore che lavora a bassa potenza / temperatura (che dovrebbe funzionare sempre o per lo meno per molte ore consecutive).

          Hai dei grafici storici che confermino il comportamento da te descritto ? Non puoi specificare da qualche parte che essendo pompa di calore non deve funzionare ad impulsi ?

          Rispondi
          1. Andrea

            Infatti, è quello che sto cercando di spiegare all’assistenza Tado, perchè non sul termostato e/o sull’app non c’è alcuna possibilità di settaggio se non geolocalizzazione o programmazione oraria.
            Vediamo come prosegue. vi faccio sapere

      1. Andrea

        scusa
        si riferiva al modi di funzionamento di “tado” che secondo me con una pompa di calore non va bene, solo che non lo dicono!

        Rispondi
  2. Andrea

    Giusto un aggiornamento. Terza configurazione da remoto da parte del centro assistenza Tado.
    Situazione migliorata, ora il contatto chiude per tempi prolungati fino a quando serve. Per chi decidesse di prendere questo termostato abbinato a HPSU + riscaldamento a pavimento va fatto assolutamente modificare rispetto alla configurazione standard.

    Rispondi
  3. Max

    Ciao
    Non mi è chiara una cosa, nella mia abitazione con riscaldamento a pavimento ho 2 termostati, uno per il reparto giorno ed uno per il reparto notte , ed altri 2 che comandano quelli tradizionali in bagno e studio.

    Quanti nest (o altra marca) dovrei acquistare?

    Rispondi
  4. Claudio

    Ciao a tutti,
    Ho comprato tre mesi fa il termostato intelligente NETATMO.
    Perché ho scelto questo prodotto?
    Ho tenuto in considerazione i feedback e il costo , sicuramente confronto NEST di Google il prezzo ha fatto la differenza.( circa 100 Euro in meno).
    Il prodotto ha un relè ( che funziona con e 3 pile AA) e un piccolo router wi-fi collegato alla presa della corrente che ha lo scopo di consentire la connessione con internet.

    L’installazione e’ particolarmente semplice, serve un device o un pc che permette di effettuare la prima configurazione per l’accesso a internet.
    La programmazione e’ molto user friendly bastano pochi click per configurare il termostato.

    Ho cercato di capire il funzionamento, alla fine e’ un relè quindi un semplice interruttore della luce on/off….cosa fa la differenza e lo rende “intelligente”

    • Raccoglie i dati della temperatura in Cloud e li storicizza
    • In base alle informazioni inserite Metrature- Tipo Appartamento – tipo impianto l’algoritmo presente nel device si auto adatta.
    • Viene anche chiesto di configurare la posizione in qui si trova l’abitazione in modo da recuperare da Internet le temperatura esterna.

    NETATMO in base alle informazioni sopra indicate permette di comprendere se l’abitazione è ben isolata , infatti in base alla temperatura esterna VS interna NETATMO si adegua.
    Infatti dopo le prime due settimane , NETATMO propone la miglio programmazione in termini di tempo che soglie temperature.
    Cerca sempre di accende l’impianto molto spesso nelle fascie indicate dall’utente in modo da avere un andamento piu lineare verso la temperatura richiesta, in conclusione evita i picchi di accessione in modo da evitare consumi elevati.(punto di forza)

    Ho sempre avuto il dubbio se le temperature di soglia max –intermedia – min fossero ottimali? Con NETAMTO ho avuto alcuni suggerimenti , ma piccole modifiche di queste soglie .

    Ogni mese viene inviato il report su i consumi stabilendo le ore di accensione della caldaia e in base alla locazione della abitazione stabilisce se e’ ottimizzato e se fa risparmiare ( diciamo che sono delle assunzioni ….non certezze  )

    APP: non dare un gran voto puo essere migliorata notevolmente, se si va da un menu il cambiamento della visualizzazione non e’ semplice. Configurare le soglie con il calendario dall’APP a me e’ risultato impossibile meglio il sito. NOTA NEGATIVA Alla prima configurazione con due calendari il device non seguiva la schedulazione corretta, sentito il supporto ….ma nessun esito …soluzione RESET e reimpostato un solo calendar

    DEVICE: ha solo due tasti “+” e “-“ molto semplice .Io avrei aggiunto un terzo tasto per configurabile che permettesse all’utente una seconda configurazione o lo spegnimento, invece cosi si e’ sempre vincolati al device. Il montaggio e’ molto semplice.

    WEB: non male ha molte informazioni e permette di vedere il trend delle temperature sovrapposte alle fasi di accensione della caldaia. Report di consumi e presunto risparmio.

    Cosa aggiungere : sicuramente corredare il termostato con Netatmo Stazione Meteo per Smartphone e’ una soluzione che mi attira ….permette di avere i dati di temperatura esterna e altro locale molto piu precisi e quindi ottimizza ulteriormente i consumi. Inoltre la stazione esterna permette di verificare la qualità dell’aria 
    Esistono anche le Valvole Intelligenti da installare su i termostati, su questo articolo penso che non sia molto utile … i dubbi sono :
    1. vorrei evitare di giocare con le valvole dei termosifoni ( ci sono dei motori passo passo all’interno del device che sono montati direttamente sulla valvola) . Con il tempo possono anche cuocersi 
    2. Trasmettono la temperatura, ma essendo installati direttamente su i termosifoni presumo che sia poco affidabile.

    Claudio

    Rispondi

Rispondi