Sonoff relè passo passo: come collegare pulsante WiFi

Sonoff relè passo passo: pulsante o interruttore per relè WiFi

Sonoff relè passo passo: guida dettagliata per l’utilizzo come pulsante WiFi aggiuntivo in un punto luce a relè esistente ed ottenere un relè WiFi. Funziona anche con Google Home ed Alexa.

Interruttore WiFi

Sonoff e’ un interruttore WiFi controllabile da remoto mediante smartphone con l’App eWeLink, disponibile sia per Android che iOS, dotata di molte funzionalità:

Collegamento dispositivo in rete mediante WiFi a 2,4 GHzControllo remoto da qualsiasi luogo mediante smartphone di qualsiasi carico elettrico
blankControllo via LAN in caso di assenza di connessione internetblankControllo vocale mediante Alexa e Google Home. Compatibile con IFTTT
blankSincronizzazione stato del carico elettrico in tempo reale su smartphoneblankProgrammazione orari di accensione e spegnimento
blankCondivisione controllo e stato con altre personeblankUna scena esegue automaticamente un'azione su più dispositivi in base ad un evento (tap su app, una soglia su un dato misurato, lo stato di un altro dispositivo)

Nella famiglia Sonoff ci sono diversi modelli di interruttori WiFi tra cui scegliere in base a:

  • numero di carichi elettrici controllabili indipendentemente
  • potenza elettrica massima degli apparecchi elettrici comandati
  • possibilità di aggiungere un sensore esterno di temperatura ed umidità
  • misura dell’energia elettrica consumata dal carico elettrico controllato
  • utilizzo di un telecomando radio tradizionale per comandare i carichi elettrici, oltre allo smartphone
ModelloConnettivitàUsciteblankExtrablank
Sonoff BasicBasic R2blank110 A8,39 EUR
blankBasic R3blank110 ADIY12,99 EUR
blankBASICZBR3blank110 ADIY20,99 EUR
Sonoff MiniMiniblank110 AblankDIY12,90 EUR
Sonoff Mini R2Mini R2blank110 AblankDIY10,00 EUR
Sonoff RFRFblank110 Ablank16,99 EUR
blankRF R3blank110 AblankDIY16,99 EUR
Sonoff DualPow R2blank116 Ablank22,99 EUR
Sonoff THTH10 / TH16blank110 / 16 Ablank13,95 EUR
Sonoff DualDualblank210 A18,99 EUR
Sonoff 4CH Pro4CH Pro R3blank410 AContatto pulitoblank39,99 EUR
blankTX T0blank1-32 A28,99 EUR
blankTX T1/T2/T3blank1-32 Ablank31,99 EUR

Tutti i dispositivi Sonoff permettono di controllare i nostri elettrodomestici di casa mediante WiFi. I dati sono scambiati dal device con l’app sul vostro smartphone attraverso l’uso di un server in cloud (su Amazon AWS):

Sonoff cloud

Per approfondire puoi leggere la mia guida ad eWeLink.

Chiariamo meglio cosa vuol dire che Sonoff e’ un interruttore WiFi comandato mediante l’app eWeLink: il suo contatto di uscita non fa altro che interrompere la fase dell’ingresso come in un interruttore unipolare.

L’unico membro della grande famiglia Sonoff dotato di contatto pulito sulle quattro uscite e’ il Sonoff 4CH Pro R2.

Per approfondire leggi anche il mio articolo su Sonoff Basic e la guida a Sonoff contatto pulito.

Sonoff relè passo passo: pulsante WiFi

E’ possibile utilizzare tutti i dispositivi Sonoff, oltreché come interruttore WiFi, anche come pulsante WiFi temporizzato grazie all’opzione inching in cui il ritardo tra il comando di accensione e lo spegnimento automatico è configurabile tra 0,5 e 3.600 secondi (1 ora):

Sonoff variazione graduale (inching)
Sonoff inching
Sonoff pulsante WiFi temporizzato
Sonoff pulsante WiFi temporizzato

Quindi le modalità di funzionamento disponibili per i Sonoff sono due:

  • interruttore WiFi (con inching disattivo)
  • pulsante WiFi temporizzato (abilitando l’inching)

E’ importante ricordare che in entrambi i casi e’ il conduttore di fase in ingresso ad essere interrotto.

Fa la differenza il Sonoff Mini che è l’unico a disporre di una coppia di ingressi (S1 ed S2) che consentono di integrare un comando esterno (interruttore, pulsante, deviatore) rigorosamente non in tensione. Per approfondire leggi la mia guida a Sonoff Mini.

Sonoff relè passo passo: punto luce a relè

In un impianto elettrico civile si può comandare, da uno o più punti, una lampadina in diverse modalità ed utilizzando diversi componenti (interruttore unipolare, deviatoreinvertitorepulsanterelè passo passo).

Nel caso del punto luce a relè la lampadina e’ comandata da più punti mediante pulsanti di tipo normalmente aperto (NA) collegati in parallelo alla bobina di un relè passo passo elettromeccanico.

Punto luce a relè
Schema funzionale punto luce a relè

Ad ogni impulso ricevuto dai pulsanti, mediante l’eccitazione della bobina, il relè passo passo commuta il suo stato accendendo la luce se era spenta e spegnendola se era accesa.

Schema di collegamento punto luce a relè
Schema di collegamento punto luce a relè

Possiamo riconoscere un punto luce a relè dagli elementi seguenti:

  • il comportamento dei comandi: un pulsante torna meccanicamente nella sua posizione originale dopo ogni pressione a differenza di interruttore, deviatore ed invertitore
  • ispezionando i collegamenti ed i componenti dell’impianto elettrico esistente
Componenti punto luce a relè
Componenti punto luce a relè

Per facilita’ prendiamo in considerazione i due modelli di relè ad impulso Finder ad un contatto normalmente aperto più utilizzati negli impianti elettrici residenziali:

Le differenze principali sono le seguenti:

  • Il Finder 26.01 e’ dotato di quattro morsetti e possiamo collegare pulsanti e lampadina in modo del tutto autonomo
  • Il Finder 27.01 ha invece tre morsetti; nel collegamento lampadina e pulsanti hanno obbligatoriamente un conduttore in comune

Lo schema elettrico di collegamento tipico di un punto luce a relè nel caso dei Finder 26.01 e dei Finder 27.01 e’ il seguente:

Osservando i due schemi potete notare che:

  • il contatto NA del relè interrompe la fase della lampadina, assicurando che normalmente non sia sotto tensione
  • gli schemi per il relè Finder 27.01 e Finder 26.01 sono del tutto equivalenti, anche nella numerazione dei morsetti, ad eccezione del morsetto in comune tra bobina ed uscita
  • la bobina dei relè e’ alimentata mediante il conduttore di fase ed i pulsanti chiudono il circuito verso il neutro

Sonoff relè passo passo: collegare pulsante WiFi

Abbiamo finalmente tutti gli elementi per capire come migliorare un punto luce a relè esistente con Sonoff per poterlo comandare da remoto con lo smartphone oppure mediante comandi vocali con Google Home ed Alexa.

Ci sono differenti approcci per poterlo fare, io raccomando sempre quelli che non prevedono modifiche hardware o firmware al dispositivo.

Lo schema di collegamento Sonoff relè passo passo ne prevede il collegamento quale pulsante WiFi (con inching abilitato) in parallelo ai pulsanti di comando normalmente aperti già esistenti:

Punti di attenzione:

  • la modifica all’impianto elettrico dovrebbe essere effettuata sempre da un professionista
  • tutti i collegamenti, in particolare quelli dei pulsanti, sono modificati rispetto allo schema originale per tenere conto che il contatto dei Sonoff agisce sulla fase di ingresso (e non sul neutro)
  • l’inching deve essere attivo per assicurare il funzionamento come pulsante WiFi onde garantire l’eccitazione della bobina del relè passo passo per un tempo molto limitato
  • il limite di questa soluzione e’ che lo stato in tempo reale della lampadina non sarà disponibile sull’app eWeLink
  • lo schema è applicabile a tutta la famiglia Itead ad eccezione di Sonoff 4CH Pro R2 (che già dispone di contatto pulito in uscita) e Sonoff Mini (che permette due altre soluzioni)

Nel caso del Sonoff 4CH Pro R2 lo schema di collegamento di una uscita con un relè passo passo Finder 26.01 e’ il seguente:

Sonoff 4CH Pro R2 relè passo passo
Sonoff 4CH Pro R2 relè passo passo

Lo schema per il Finder 27.01 e’ analogo a quelli visti in precedenza.

Per comandare il tuo punto luce anche con la voce, leggi le mie guide all’integrazione con Google Home ed Alexa.

Sonoff Mini relè passo passo: collegare interruttore WiFi

Il nuovo modello Sonoff Mini consente una soluzione più semplice che consente di vedere sull’app eWeLink lo stato della lampadina collegata al relè. Lo schema da utilizzare con relè Finder 26.01 e’ il seguente, nelle due varianti a seconda del collegamento esistente dei pulsanti:

In questo caso:

  • il device funziona da interruttore WiFi logicamente in serie al relè e quindi non dovete abilitare l’inching
  • il contatto pulito di uscita del relè (morsetti 1 e 2) costituisce il comando pulito d’ingresso del dispositivo (morsetti S1 ed S2)

ATTENZIONE: la soluzione col Sonoff Mini e’ applicabile esclusivamente con relè che hanno un contatto pulito (non in tensione). NON provate ad usarla con la serie Finder 27 pena danni sicuri.

Grazie alla nuova modalità di attivazione impulso (Pulse Mode) introdotta dal firmware 3.5.0 sul Sonoff Mini, è possibile riconoscere un pulsante in ingresso e quindi sostituire il relè seguendo questo schema che è sicuramente il più pulito di tutti e permette di conoscere in tempo reale lo stato del carico collegato:

Sonoff Mini schema collegamento relè Pulse Mode

Soluzioni alternative per realizzare un relè WiFi

Nel caso che le limitazioni descritte in precedenza non si adattino alle vostre esigenze, ci sono almeno tre alternative possibili, sempre senza modificare hardware e firmare dei device intelligenti, per realizzare un relè WiFi a partire dal vostro impianto elettrico esistente.

Tutte le soluzioni alternative che propongo prevedono di modificare l’impianto elettrico, assicurando sempre di poter comandare la vostra lampadina da più punti fisici della casa:

  • utilizzare lo Shelly 1 sostituendolo al relè esistente
  • adottare l’interruttore WiFi da incasso Ankuoo REC in un punto luce deviato o interrotto assicurando di avere sulla sua App lo stato in tempo reale: leggi la mia guida ad Ankuoo REC. In questo caso manterrete i classici comandi tradizionali
  • sostituire tutti i punti di comando, eliminando il relè passo passo, con placche WiFi: trovi tutto nel mio articolo Sonoff TX. In questa soluzione avrete anche dei magnifici interruttori touch in cristallo temperato dal design molto moderno

Ultimo aggiornamento Amazon Affiliate 2021-03-07 at 14:53

242 pensieri su “Sonoff relè passo passo: pulsante o interruttore per relè WiFi

  1. blankBrian Alexa

    Salve, ho una domanda un po Tecnica dal lato programmazione, ho installato 2 Sonoff 4Ch Pro R3 nella mia nuova abitazione per comandare tutte le luci, sono collegate ad un relè passo passo ecc ecc collegamenti tutti perfetti e funzionano benissimo, la Pecc ahimè è far la domotizazione con alexa, che era il motivo per cui li ho installati, ma con i relè installati alexa non può riconoscere lo stato e quindi accende le Luci e non le spegne, sai per caso se c’è un modo per programmare o per fare delle Routine su Alexa per farle spegnere queste luci? Un’altra domanda, i dispositivi riconosciuti da Alexa automaticamente sono stati salvati come “prese” e non come luci ed ho dovuto modificarli tutti, questo può influire un qualche modo? Grazie mille

    1. blankLa mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Brian,

      il trucco per renderlo umanamente comprensibile e’ fare una coppia di routine personalizzate che accettano il comando vocale di accensione e spegnimento ma che eseguono un’azione identica.
      Nella pratica non c’e’ grandissima differenza.

  2. blankSilvio

    Ciao,
    Innanzi tutto complimenti per la spiegazione molto chiara. È possibile collegare 2 sonoff basic modificati con la saldatura per la modalità pulse per collegarli a un finder 26.01 e comandare 2 punti luce con la classica modalità a 4 stati, vale a dire 2 spenti, 1 spento 1 acceso, 1 acceso 1 spento, 2 accesi?

  3. blankUgo

    Buongiorno, nell’ applicazione eWelink c’è la possibilità di creare un pulsante? Ho montato il sonoff dual in serie al relè al momento di dare un comando è necessario stare attenti a dare il comando di disattivazione altrimenti si brucia il relè… una seconda domanda: è possibile dare un comando temporizzato ad esempio un click e l’uscita rimane attiva per ad esempio 15 secondi. Grazie.

  4. blankLorenzo

    Buongiorno e complimenti per il sito.
    Premetto che non sono un esperto, ma volevo utilizzare la soluzione più pulita e sostituire il relè Finder 27 con un sonoff mini r2. La situazione attuale è la seguente:
    Su Finder arrivano/vanno 3 fili, marrone su A2, Nero su A1, grigio sul 2.
    In quali morsetti del sonoff li devo rispettivamente mettere? (N in, L in, L out, S1, S2)

    Grazie mille in anticipo

  5. blankDavide

    salve complimenti per il vostro fantastico articolo, se possibile vorrei dei chiarimenti per collegare un son off ad delle illuminazione a strisce led, quindi alimentate con alimentatore da 12v e comandato da più interruttori, quindi tramite relè. Come posso collegarlo continuando ad utilizzare si i tasti fisicamente che l’on off quando serve? grazie mille

  6. blankVincenzo

    L’accensione del lampadario avviene da due pulsanti posti su pareti diverse tramite relè. Siccome nella cassetta non ho fase e neutri posso mettere un sonoff basic direttamente nel lampadario dove faccio entrare corrente e fase che esce dal soffitto e da ountpout collego il lampadario lasciando tutto il resto invariato Tenendo accesso l’interruttore in modo da far stare sempre il relè in contatto

      1. blankGordonPym

        Salve, la guida è molto interessante e chiara. Ho letto tutto e vorrei sapere se c’è una soluzione (di qualunque marca) per aggiungere un comando Smart ad un impianto già esistente a pulsanti e relè senza modificare nulla dell’impianto ossia senza invertire fare e neutro nel relè per adattarlo a Sonoff o sostituire il relè con uno Shelly o simili.
        Grazie

  7. blankTEODORO LIO

    Buongiorno – e complimenti intanto per il sito, davvero ottimo!
    Se ho capito bene, quindi, la soluzione più “pulita” e meno invasiva è quella di sostituire il relè con lo Shelly1 oppure con il Sonoff Mini in modalità Pulse. Senza andare a cambiare i collegamenti sui singoli pulsanti.
    Tra le due alternative, solo questione di marca / prezzo o c’è altro? Il fatto che lo shelly funzioni anche in locale senza passare da cloud riduce la latenza?

    Grazie e complimenti ancora

    1. blankLa mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Teodoro,

      nel funzionamento normale usi entrambi da cloud. La differenza sulla latenza, per un uso casalingo, e’ davvero irrilevante.
      La scelta e’ l’ecosistema che riteniamo più affine alle nostre esigenze.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.