Vai al contenuto
Home » Domotica Fai da te » Interruttori WiFi » Sonoff Mini vs Shelly 1: quale interruttore WiFi da incasso scegliere ?

Sonoff Mini vs Shelly 1: quale interruttore WiFi da incasso scegliere ?

    Sonoff Mini vs Shelly 1

    Indeciso se scegliere un interruttore WiFi da incasso Sonoff Mini vs Shelly 1 ? Li ho messi entrambi alla prova: la mia opinione per aiutarti a decidere quale faccia al tuo caso.

    Leggi direttamente le mie guide a Sonoff Mini, Shelly 1 e Sonoff Tasmota.

    Caratteristiche di un interruttore WiFi da incasso

    Partiamo dalle caratteristiche di interruttore WiFi da incasso da prendere in considerazione per l’utilizzo all’interno di un impianto elettrico già esistente:

    Comando esterno
    L'interruttore WiFi da incasso può essere inserito nell'impianto elettrico esistente con interventi limitati
    Dimensioni
    Compatibili con scatola 503 standard o scatola elettrica di derivazione
    Cavo neutro

    Necessita' di alimentazione mediante cavo neutro (richiesto cablaggio aggiuntivo)
    Contatto pulitoContatto pulito
    Uscita comandata separata dall'alimentazione o semplice cavo di fase interrotto
    Controllo remoto
    mediante smartphone da qualsiasi luogo in cui ti trovi
    Collegamento in rete
    Direttamente al router WiFi oppure tramite un gateway aggiuntivo (radio/ZigBee)
    Sincronizzazione stato
    In tempo reale tra interruttore WiFi, smartphone, altoparlante intelligente e carico elettrico
    Controllo vocale mediante
    Google Home e Alexa. Compatibilità con IFTTT

    Le migliori soluzioni di interruttore WiFi da incasso disponibili sul mercato italiano, sono le seguenti:

    TipologiaContatto pulito
    INTERRUTTORE WIFI DA INCASSO
    Sonoff MinieWeLink16,99 €
    Shelly 118,50 €
    MoesSmart Life19,99 €
    Ankuoo RECPrezzo non disponibile
    INTERRUTTORE WIFI DA INCASSO TOUCH
    Jinvoo SmartSmart LifePrezzo non disponibile
    Sonoff TX USeWeLinkPrezzo non disponibile
    Meross MSS530LIT18,20 €

    Abbiamo gli elementi generali per cominciare un confronto dettagliato Sonoff Mini vs Shelly 1.

    Vi rimando comunque alla lettura delle guide dettagliate su Sonoff Mini, Shelly 1, Ankuoo REC, Jinvoo Smart, Sonoff TX e Shelly 2.5.

    Sonoff Mini vs Shelly 1: quale interruttore WiFi da incasso scegliere ?

    Sonoff e’ il marchio, affermatosi in tutto il mondo, dell’azienda cinese ITead mentre Shelly e’ il brand della start-up bulgara ALLTERCO che si sta a sua volta affermando molto rapidamente grazie alla rapidità nell’innovazione di prodotto.

    Avendo in mente un utilizzatore medio interessato alla domotica WiFi fai da te, ho provato a sintetizzare nella tabella seguente le principali differenze tra i due prodotti:

     Sonoff MiniShelly 1
    Sonoff MiniShelly 1
    Alimentazione100-240V AC110-265V AC
    12V / 24–48V DC
    Carico massimo10 A / 2,3 kW16 A / 3,5 kW
    Dimensioni43 mm x 43 mm x 20 mm41 mm x 36 mm x 17 mm
    Interruttore/deviatore esterno
    Contatto pulito
    AppeWeLink
    Funzionamento senza Cloud
    IntegrazioniAlexa
    Google Home
    IFTTT
    Alexa
    Google Home
    Accesso PIN GPIO
    13,99 €18,50 €

    Per i dettagli vi rimando alle mie guide a Sonoff Mini e Shelly 1.

    Offerta Shelly 1V3 Interruttore Relè Wireless per Automazione Domestica, per Spegnere ed Accendere Punti Luci, Piccole Dimensioni, Comandi Vocali Amazon Alexa, Google Home e MQTT, new, Blu
    Offerta Shelly, Set da 4 prese “Shelly 1”

    Sonoff Mini vs Shelly 1: carico massimo ed alimentazione

    Il primo parametro di un interruttore WiFi e’ la massima corrente elettrica che può essere assorbita dal carico controllato per rimanere in sicurezza:

    Nella maggior parte degli utilizzi potrebbe non fare la differenza, ma sicuramente meglio disporre di una capacita’ maggiore. Col fratello maggiore Shelly 1PM, disponendo della misura della potenza elettrica assorbita, e’ possibile configurare una soglia massima di sicurezza sul carico.

    Lo Shelly 1 ha un ulteriore vantaggio per determinati scenari di installazione: potete alimentarlo anche con corrente continua.

    Sonoff Mini vs Shelly 1: dimensioni

    Le dimensioni di un interruttore WiFi da incasso sono fondamentali per poter effettuare l’installazione direttamente dentro una scatola 503 oppure una scatola di derivazione.

    Le misure sono sostanzialmente equivalenti per quanto lo Shelly 1 sia quello più miniaturizzato in assoluto e con la sua forma e’ in grado di stare comodamente anche in una scatola tonda:

    Dimensioni Shelly 1
    Dimensioni Shelly 1

    Sonoff Mini vs Shelly 1: contatto pulito ed integrazione con impianto elettrico esistente

    Quando cominciano a confrontare le modalità integrazione e collegamento con un impianto elettrico esistente, emergono le differenze che rendono lo Shelly 1 più semplice e flessibile nell’installazione:

    • lo Shelly 1 ha un’uscita come contatto pulito mentre il Sonoff Mini interrompe la fase di alimentazione
    • nel Sonoff Mini i comandi esterni devono essere privi di tensione, lo Shelly 1 puo’ essere collegato direttamente ad un punto luce esistente
    • il software Sonoff gestisce come ingresso esclusivamente interruttori, deviatori e invertitori mentre quello Shelly anche i pulsanti

    Tutto risulta più chiaro mettendo a confronto gli schemi di collegamento elettrico nei vari tipi di punto luce.

    Punto luce interrotto

    Punto luce deviato

    Punto luce a relè

    Offerta Shelly 1V3 Interruttore Relè Wireless per Automazione Domestica, per Spegnere ed Accendere Punti Luci, Piccole Dimensioni, Comandi Vocali Amazon Alexa, Google Home e MQTT, new, Blu
    Offerta Shelly, Set da 4 prese “Shelly 1”

    App Sonoff eWeLink vs Shelly Cloud

    Il primo aspetto che evidenzierei e’ che l’app eWeLink e’ un ecosistema aperto a diversi produttori hardware mentre Shelly Cloud e’ chiuso ai soli prodotti della ALLTERCO.

    Dall’uso effettivo ritengo che le principali differenze, in favore di Shelly Cloud siano le seguenti:

    • ampia gamma di parametri configurabili, per quanto ogni tanto ci si possa perdere
    • scene più potenti, in particolare la possibilità di inserire ritardi tra azioni differenti

    Preferisco di eWeLink invece:

    • velocità e stabilita’ maggiore nell’utilizzo quotidiano
    • funzionalità di variazione graduale (inching) semplice ed intuitiva per ritardi programmabili
    • supporto di IFTTT

    Potete apprezzarlo in questo breve video comparativo:

    Sonoff eWeLink vs Shelly Cloud App: velocità a confronto

    Per i dettagli vi rimando alle mie guide a eWeLink, Shelly Cloud app e Sonoff IFTTT.

    Scoprite anche la mia guida a Shelly ed IFTTT.

    Nell’utilizzo mediante comandi vocali con gli altoparlanti intelligenti Alexa e Google Home non ci sono differenze apprezzabili.

    Sonoff Mini vs Shelly 1: firmware e funzionamento senza internet

    Come già evidenziato, il firmware Shelly e’ molto ricco di opzioni possibili tra i quali la possibilità di controllare lo Shelly 1 anche direttamente mediante un browser senza la necessita’ di collegamento ad internet col cloud.

    Il Sonoff Mini prevede una modalità LAN che pero’ e’ esclusivamente un tampone in caso di problematiche nel collegamento.

    Sonoff Mini vs Shelly 1: conclusioni

    Come visto, nel complesso Shelly 1 ha diversi aspetti miglior rispetto al Sonoff Mini ed ha certamente una velocità di innovazione maggiore, anche se sicuramente parliamo di volumi di dispositivi sul mercato molto diversi.

    Personalmente ritengo pero’ per la maggioranza degli utenti ordinari la differenza non sia sostanziale quando quella nel prezzo a favore dei prodotti Sonoff: per questo motivo li userei entrambi a seconda dell’esigenza.

    Se sei un utente avanzato (diciamo smanettone) a cui piacciono i firmware, temono la sicurezza del cloud oppure vuoi fare un’intero impianto elettrico forse meglio spingersi verso Shelly per quanto ad un costo complessivo maggiore.

    Conclusione: il vero vincitore sei tu che sei riuscito a leggere per intero questo articolo !

    Iscriviti alla nostra newsletter per rimanere sempre aggiornato

    Ultimo aggiornamento Amazon Affiliate 2022-11-23 at 20:38

    18 commenti su “Sonoff Mini vs Shelly 1: quale interruttore WiFi da incasso scegliere ?”

    1. Buongiorno, sto leggendo ed apprendendo con interesse “Sonoff Mini vs Shelly 1”, in particolare, come lavoro gestisco alcune camere per i miei clienti, vorrei automatizzare il citofono urmet e far si che come funzione principale vi sia quella che ogni qual volta da strada citofonano, il portone si apra automaticamente, a tal proposito sò che esiste il supporto app da remoto.
      La mia domanda, premettendo la presenza di un urmet a 5 fili, quale sia la soluzione migliore tra i due prodotti sonoff e shelly per la funzione principale ed altre per esempio abilitare i clienti ad aprire autonomamente via app il portone dalla propria stanza.

      Grazie in anticipo

      1. Ciao Claudio,

        per lo scenario che descrivi non vedo un vincente netto. Sicuramente lo Shelly 1 ha il vantaggio di avere un contatto pulito in uscita, ma esistono modelli di interruttori WiFi compatibili eWeLink con contatto pulito alimentati in corrente continua.

        Hai letto i miei articoli su apriporta WiFi ed apricancello WiFi ? Sono esempi concreti molto simili alla tua esigenza.

        Potresti pure prendere in considerazione l’opzione videocitofono smart.

    2. Ho un problema con due sonoff mini, per circa 3 mesi non ho abitato nella casa dove avevo installato due sonoff mini, al mio rientro non funzionava più nulla ho eseguito la procedura di configurazione ma i sonoff mini non entrano più in modalità configurazione, con strani lampeggi di led blu a distanza di svariati secondi. Sono recuperabili o posso buttarli? Se si quali sono i passi per ripristinare il funzionamento?
      Grazie

    3. Andrea Piasentin

      chiedo scusa se la mia richiesta di chiarimento potrà far sorridere. Ho questa situazione: un cancelletto d’ingresso al giardino di casa che si apre elettricamente tramite la pressione di un pulsante ad incasso (BTicino). a fianco del pulsante c’è uno spazio inutilizzato. Il mio obiettivo è: poter gestire da remoto l’apertura del cancelletto. come posso integrare l’attuale apertura a pulsante con un interruttore WiFi? grazie e ancora mille scuse per aver approfittato

    4. Giovanni Fabiani

      Una domanda: vorrei collegare un aspiratore del bagno al Sonoff o allo shelly, con l’idea che una volta avviato dall’interruttore del lampadario si spegnesse dopo x minuti in automatico,
      Quello che non capisco é che se lo collego allo stesso interruttore, immagino quando si spegne la luce col pulsante il dispositivo senta lo spegnimento e spenga il tutto ,giusto ?

      Devo allora separare il collegamento e usare un pulsante con il shelly, mi sembra più semplice ?

      In generale con il Sonoff non capisco l’interazione con i pulsanti : Se accendo con l’interruttore ma spengo con l’app, cosa succede la volta dopo , il pulsante “funziona al contrario ” , cioè riaccende ?
      Scusa e grazie
      Giovanni

    5. Ciao,
      perdona la mia ignoranza, se ho ben capito nel Sonoff Mini, come nello Shelly 2.5, in output (L-Out . sonoff mini e O1 e O2 shelly 2.5) avendo un contatto NON pulito, a prescindere da ciò che abbiamo inserito in ingresso in uscita avremo sempre la Fase (morsetto L-In per mini e L per shelly 2.5) mentre nello Shelly 1, avendo un contatto pulito, in uscita non ci sarà la fase (morsetto L) ma quello che abbiamo dato in ingresso (morsetto I) giusto?

    6. Ciao, io non riesco ad inserire il sonoff mini in una scatola 503 con due pulsanti presenti.
      Secondo te lo shelly ci starebbe?

      1. Ciao Paolo,

        dipende dal perché non riesci a far stare il Sonoff Mini, probabilmente per i conduttori presenti.

        La differenza, come vedi dalle foto, non e’ estrema: recupereresti al + 3 mm sullo spessore (immagino il tuo problema).

    7. Ottimo confronto e probabilmente proverò lo Shelly; per quanto riguarda il Sonoff, ho installato sia le placche che il Mini; le placche le ho rimosse tutte perchè non mi soddisfaceva il touch oltre al fatto che spesso e volentieri perdevano il collegamento con il cloud rendendo di fatto le scene inutilizzabili( avendo due o più interruttori per la medesima luce, funzionava solo la principale e non le altre). Per quanto riguarda il mini, funziona bene, ma dopo un paio di mesi di utilizzo, noto un certo ritardo (sporadico e di qualche secondo) sia in accensione che in spegnimento dell’interruttore.

    8. Sandro Frigerio

      Ottima analisi. Io però utilizzo i Sonoff Mini anche come pulsanti. Per esempio collegando l’output a 0,5 sec con l’ingresso pulsante di un relé dimmer L4441 della BTicino per regolare Luci Led. In pratica sullo stesso contatto pulsanti del dimmer entro con pulsanti fisici e con il “pulsante virtuale” del Sonoff Mini. Devo dire che la stessa cosa non mi riesce invece con il relé dimmer 15.91 della Finder, credo per via della durata dell’impulso.
      Ora proverò che succede con lo Shelly 1 che, tra l’altro, dovrebbe stare più facilmente dietro il copritasto di un falso polo nella scatola (ll Sonoff Mini, che é squadrato, sta più a fatica, per es. in un supporto Living Light).

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

    La mia Casa Elettrica

    GRATIS
    VISUALIZZA