Sonoff Mini vs Shelly 1

Sonoff Mini vs Shelly 1: quale interruttore WiFi da incasso scegliere ?

Indeciso se scegliere un interruttore WiFi da incasso Sonoff Mini vs Shelly 1 ? Li ho messi entrambi alla prova: la mia opinione per aiutarti a decidere quale faccia al tuo caso.

Leggi direttamente le mie guide a Sonoff Mini e Shelly 1.

Caratteristiche di un interruttore WiFi da incasso

Partiamo dalle caratteristiche di interruttore WiFi da incasso da prendere in considerazione per l’utilizzo all’interno di un impianto elettrico già esistente:

Comando esterno
L'interruttore WiFi da incasso può essere inserito nell'impianto elettrico esistente con interventi limitati
Dimensioni
Compatibili con scatola 503 standard o scatola elettrica di derivazione
Cavo neutro

Necessita' di alimentazione mediante cavo neutro (richiesto cablaggio aggiuntivo)
Contatto pulitoContatto pulito
Uscita comandata separata dall'alimentazione o semplice cavo di fase interrotto
Controllo remoto
mediante smartphone da qualsiasi luogo in cui ti trovi
Collegamento in rete
Direttamente al router WiFi oppure tramite un gateway aggiuntivo (radio/ZigBee)
Sincronizzazione stato
In tempo reale tra interruttore WiFi, smartphone, altoparlante intelligente e carico elettrico
Controllo vocale mediante
Google Home e Alexa. Compatibilità con IFTTT

Le migliori soluzioni di interruttore WiFi da incasso disponibili sul mercato italiano, sono le seguenti:

TipologiaContatto pulito
INTERRUTTORE WIFI DA INCASSO
Sonoff Mini   eWeLinkEUR 11,90
Shelly 1    EUR 20,50
Ankuoo REC    EUR 23,00
INTERRUTTORE WIFI DA INCASSO TOUCH
Jinvoo Smart  Smart LifeEUR 17,88
Sonoff TX US  eWeLinkEUR 18,99
Meross MSS530LIT  EUR 24,99

Abbiamo gli elementi generali per cominciare un confronto dettagliato Sonoff Mini vs Shelly 1.

Vi rimando comunque alla lettura delle guide dettagliate su Sonoff Mini, Shelly 1, Ankuoo REC, Jinvoo Smart e Sonoff TX.

Sonoff Mini vs Shelly 1: quale interruttore WiFi da incasso scegliere ?

Sonoff e’ il marchio, affermatosi in tutto il mondo, dell’azienda cinese ITead mentre Shelly e’ il brand della start-up bulgara ALLTERCO che si sta a sua volta affermando molto rapidamente grazie alla rapidità nell’innovazione di prodotto.

Avendo in mente un utilizzatore medio interessato alla domotica WiFi fai da te, ho provato a sintetizzare nella tabella seguente le principali differenze tra i due prodotti:

 Sonoff MiniShelly 1
Sonoff MiniShelly 1
EUR 11,90EUR 20,50
Alimentazione100-240V AC110-265V AC
12V / 24–48V DC
Carico massimo10 A / 2,3 kW16 A / 3,5 kW
Dimensioni43 mm x 43 mm x 20 mm41 mm x 36 mm x 17 mm
Interruttore/deviatore esterno  
Contatto pulito 
AppeWeLink
Funzionamento senza Cloud 
IntegrazioniAlexa
Google Home
IFTTT
Alexa
Google Home
Accesso PIN GPIO 

Per i dettagli vi rimando alle mie guide a Sonoff Mini e Shelly 1.

Sonoff Mini vs Shelly 1: carico massimo ed alimentazione

Il primo parametro di un interruttore WiFi e’ la massima corrente elettrica che può essere assorbita dal carico controllato per rimanere in sicurezza:

Nella maggior parte degli utilizzi potrebbe non fare la differenza, ma sicuramente meglio disporre di una capacita’ maggiore. Col fratello maggiore Shelly 1PM, disponendo della misura della potenza elettrica assorbita, e’ possibile configurare una soglia massima di sicurezza sul carico.

Lo Shelly 1 ha un ulteriore vantaggio per determinati scenari di installazione: potete alimentarlo anche con corrente continua.

Sonoff Mini vs Shelly 1: dimensioni

Le dimensioni di un interruttore WiFi da incasso sono fondamentali per poter effettuare l’installazione direttamente dentro una scatola 503 oppure una scatola di derivazione.

Le misure sono sostanzialmente equivalenti per quanto lo Shelly 1 sia quello più miniaturizzato in assoluto e con la sua forma e’ in grado di stare comodamente anche in una scatola tonda:

Dimensioni Shelly 1

Sonoff Mini vs Shelly 1: contatto pulito ed integrazione con impianto elettrico esistente

Quando cominciano a confrontare le modalità integrazione e collegamento con un impianto elettrico esistente, emergono le differenze che rendono lo Shelly 1 più semplice e flessibile nell’installazione:

  • lo Shelly 1 ha un’uscita come contatto pulito mentre il Sonoff Mini interrompe la fase di alimentazione
  • nel Sonoff Mini i comandi esterni devono essere privi di tensione, lo Shelly 1 puo’ essere collegato direttamente ad un punto luce esistente
  • il software Sonoff gestisce come ingresso esclusivamente interruttori, deviatori e invertitori mentre quello Shelly anche i pulsanti

Tutto risulta più chiaro mettendo a confronto gli schemi di collegamento elettrico nei vari tipi di punto luce.

Punto luce interrotto

Punto luce deviato

Punto luce a relè

App Sonoff eWeLink vs Shelly Cloud

Il primo aspetto che evidenzierei e’ che l’app eWeLink e’ un ecosistema aperto a diversi produttori hardware mentre Shelly Cloud e’ chiuso ai soli prodotti della ALLTERCO.

Dall’uso effettivo ritengo che le principali differenze, in favore di Shelly Cloud siano le seguenti:

  • ampia gamma di parametri configurabili, per quanto ogni tanto ci si possa perdere
  • scene più potenti, in particolare la possibilità di inserire ritardi tra azioni differenti

Preferisco di eWeLink invece:

  • velocità e stabilita’ maggiore nell’utilizzo quotidiano
  • funzionalità di variazione graduale (inching) semplice ed intuitiva per ritardi programmabili
  • supporto di IFTTT

Potete apprezzarlo in questo breve video comparativo:

Per i dettagli vi rimando alle mie guide a eWeLink, Shelly Cloud app e Sonoff IFTTT.

Nell’utilizzo mediante comandi vocali con gli altoparlanti intelligenti Alexa e Google Home non ci sono differenze apprezzabili.

Sonoff Mini vs Shelly 1: firmware e funzionamento senza internet

Come già evidenziato, il firmware Shelly e’ molto ricco di opzioni possibili tra i quali la possibilità di controllare lo Shelly 1 anche direttamente mediante un browser senza la necessita’ di collegamento ad internet col cloud.

Il Sonoff Mini prevede una modalità LAN che pero’ e’ esclusivamente un tampone in caso di problematiche nel collegamento.

Sonoff Mini vs Shelly 1: conclusioni

Come visto, nel complesso Shelly 1 ha diversi aspetti miglior rispetto al Sonoff Mini ed ha certamente una velocità di innovazione maggiore, anche se sicuramente parliamo di volumi di dispositivi sul mercato molto diversi.

Personalmente ritengo pero’ per la maggioranza degli utenti ordinari la differenza non sia sostanziale quando quella nel prezzo a favore dei prodotti Sonoff: per questo motivo li userei entrambi a seconda dell’esigenza.

Se sei un utente avanzato (diciamo smanettone) a cui piacciono i firmware, temono la sicurezza del cloud oppure vuoi fare un’intero impianto elettrico forse meglio spingersi verso Shelly per quanto ad un costo complessivo maggiore.

Conclusione: il vero vincitore sei tu che sei riuscito a leggere per intero questo articolo !

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.