Misuratore consumi elettrici wireless | Monitoraggio consumi energetici domestici

Misuratore consumi elettrici | Monitoraggio consumo energia elettrica

Scopre come funziona un misuratore di consumo elettrico per risparmiare su bolletta col monitoraggio consumi energetici domestici. Scegli tra un misuratore consumi elettrici wireless Efergy o OWL oppure un misuratore energia elettrica consumata con presa.

In questo articolo ho cercato di coprire i modelli di misuratore energia elettrica consumata che in modo semplice e budget limitato (comunque entro i 100 Euro per quelli più sofisticati) possano consentirvi il controllo consumi elettrici domestici di un singolo elettrodomestico oppure dall’intera abitazione.

Una possibile soluzione alternativa e’ quella di acquistare un interruttore WiFi o una presa WiFi che, oltre a poter comandare con smartphone e la voce tramite Alexa o Google Home il vostro elettrodomestico, vi consenta anche di allo stesso tempo il monitoraggio dei consumi elettrici:

Se foste invece interessati a scoprire i sistemi di misura più evoluti (e costosi) che utilizzo per la mia casa elettrica, potreste anche leggere:

Se il vostro obiettivo e’ risparmiare sui consumi elettrici dell’illuminazione cogliendo l’occasione per rendere le lampadine di casa intelligenti, potete leggere:

Monitoraggio consumi energetici domestici

Le esigenze che possono portarvi a cercare di fare il controllo consumi elettrici possono essere molteplici:

  • verificare le fatture del vostro fornitore di energia elettrica
  • scoprire l’elettrodomestico più dispendioso in termini di consumi elettrici
  • identificare un utilizzo non ottimale nel corso della giornata dell’energia elettrica

Come funziona un misuratore di consumo elettrico

Vediamo ora come funziona un misuratore di consumo elettrico, prendendo in considerazione i due principali tipi disponibili sul mercato:

  • con presa adatto per il singolo elettrodomestico collegato ad un presa elettrica esistente (tipicamente Schuko data la potenza assorbita)
Come funziona misuratore di consumo elettrico

Questo tipo di sensori sono quelli più economici e nel caso vogliamo misurare un elettrodomestico incassato occorre fare attenzione agli ingombri.

  • wireless adatto all’intera abitazione mediante l’uso di sensori di corrente non invasivi a clip collegati via radio ad una unita’ base:
Come funziona misuratore di consumo elettrico

Questi sistemi sono più evoluti e flessibili: l’unita’ base dotata di display LCD può essere posizionata dove ci fa più comodo ed i dati storici potrebbero essere scaricabili. L’utilizzo di base e’ a valle del contatore consumi elettrici.

Sono le vostre esigenze specifiche a determinare il miglior misuratore di energia elettrica.

Miglior misuratore consumi elettrici

Per partire una semplice tabella riepilogativa che potrebbe già consentirvi di stabile qual è il miglior misuratore consumi elettrici più adatto per le vostre esigenze.

Le caratteristiche evidenziate sono le seguenti:

  • collegamento mediante presa elettrica esistente
  • disponibilità di unita’ base wireless con display LCD per visualizzazione dei dati in locale
  • possibilità di esportare i dati mediante PC
  • espandibilità del sistema
  • pubblicazione dei dati online per accesso remoto (anche mediante smartphone)
ModelloPresa
Schuko
Display LCD
Wireless
Export
Dati
EspandibileOnlinePrezzo
RCE PM220EUR 16,99
ArendoNon disponibile
MKC POWER EASYEUR 17,50
Tacklife EM03Non disponibile
RCE PM600EUR 29,98
OWL Micro+Non disponibile
Elgato Eve EnergyEUR 48,79
efergy E2 ClassicNon disponibile
OWL +USBEUR 61,00
efergy EngageNon disponibile

Misuratore consumi elettrici con presa RCE PM220

Come funziona misuratore di consumo elettrico RCE PM220

Questo misuratore consumi elettrici può essere facilmente inserito tra una normale presa ed una spina Schuko normalmente utilizzata sugli elettrodomestici con maggiori consumi come frigorifero, lavatrice, ferro da stiro, lavastoviglie o forno elettrico.

Poiché molto spesso questi elettrodomestici sono ad incasso, fate attenzione allo spazio disponibile per inserirlo per quanto gli ingombri dell’oggetto siano comunque limitati (5 x 7 x 9 cm). E’ prodotto da un’azienda italiana: sono disponibili l’assistenza ed manuale in italiano per quanto l’uso del prodotto sia davvero semplice.

Caratteristiche RCE PM220

  • display LCD (35 x 17 mm2)
  • non richiede batterie per il suo funzionamento
  • le misure rimangono memorizzate anche senza alimentazione elettrica
  • potenza misurabile da 0,3 W a 2.680 W
  • grandezze misurate
    • potenza elettrica in W (fino a 3.999 W con precisione del ± 2%)
    • consumo elettrico in kWh (fino a 9.999,9 kWh con precisione del ± 2%)
    • costo energia consumata in Euro (fino a 9.999 Euro avendo impostato il costo unitario per kWh)

Misuratore consumi elettrici con presa Arendo

Come funziona misuratore di consumo elettrico Arendo

Anche in questo caso parliamo di un misuratore energia elettrica consumata che ci aiuta a risparmiare misurando la potenza ed i consumi elettrici direttamente frapponendosi tra la presa e la spina Schuko del nostro elettrodomestico.

Anche in questo caso suggerisco di porre attenzione alle dimensioni (15 x 7,6 x 7,6 cm) rispetto allo spazio che avete a vostra disposizione in corrispondenza di presa e spina.

Le principiali differenze rispetto al modello RCE riguardano la presenza di batterie ed un set di funzionalità leggermente più ricco, in particolare la misura del fattore di potenza che potrebbe essere con carichi elettrici anomali. E’ disponibile online il manuale comprensivo di versione in lingua italiana.

Caratteristiche misuratore consumi elettrici Arendo

  • display LCD
  • corrente massima: 16 A
  • potenza massima: 3.680 W
  • alimentazione elettrica: 2 batterie a bottone tipo LR44
  • grandezze misurate:
    • tensione elettrica in V
    • corrente elettrica in A
    • frequenza in Hz
    • fattore di potenza (cos φ)
    • potenza elettrica in W
    • consumo elettrico in kWh
    • costo energia consumata in Euro

Misuratore energia elettrica consumata MKC Power Easy

Misuratore di energia

Altro modello di misuratore energia elettrica consumata da usare con presa/spina Schuko.

E’ disponibile il manuale con versione in italiano.

Caratteristiche misuratore energia elettrica consumata MKC Power Easy

  • display LCD
  • corrente massima: 16 A
  • potenza massima: 3.680 W
  • alimentazione elettrica: 2 batterie a bottone tipo LR44
  • tempo di registrazione massimo: 9.999 giorni
  • grandezze misurate:
    • tensione elettrica in V
    • corrente elettrica in A
    • frequenza in Hz
    • potenza elettrica in W
    • consumo elettrico in kWh
    • costo energia consumata in Euro (avendo impostato il costo unitario per kWh)

Misuratore energia elettrica consumata Tacklife EM03

Tacklife Misuratore consumi elettrici EM03

Quarto misuratore consumo energia elettrica casa che si inserisce tra presa e spina Schuko.

Le sue dimensioni sono leggermente più compatte rispetto ai misuratori precedenti (13 x 5,9 x 6,5 cm).

Caratteristiche misuratore di consumo elettrico Tacklife EM03

  • display LCD
  • corrente massima: 16 A
  • potenza massima: 3.680 W
  • alimentazione elettrica: 2 batterie a bottone tipo LR44
  • tempo di registrazione massimo: 9.999 giorni
  • grandezze misurate:
    • tensione elettrica in V
    • corrente elettrica in A
    • frequenza in Hz
    • potenza elettrica in W
    • consumo elettrico in kWh
    • costo energia consumata in Euro (avendo impostato il costo unitario per kWh)

Misuratore di consumo elettrico RCE PM600

Misuratore consumi elettrici RCE PM600

Passiamo al fratello maggiore del PM220, l’RCE PM600. E’ l’ultimo misuratore energia elettrica consumata da usare tra presa e spina: in questo caso abbiamo una presa multi-standard bipasso + Schuko. Lo strumento e’ considerarsi di precisione ad alta risoluzione in grado di misurare anche potenze di decimi di Watt. Le dimensioni sono leggermente inferiori agli altri misuratori di consumi elettrici (136 x 65 x 52 mm).  Tutte queste caratteristiche potrebbe giustificare il prezzo leggermente ai suoi concorrenti diretti.

Caratteristiche misuratore di consumo elettrico RCE PM600

  • display LCD
  • corrente massima: 16 A
  • potenza massima: 3.680 W
  • alimentazione elettrica: mediante auto-consumo oppure 2 batterie a bottone tipo PR44
  • tempo di misurazione massimo: 9.999 ore
  • grandezze misurate:
    • tensione elettrica in V con precisione ±(0,5% + 1 digit)
    • corrente elettrica in A con precisione ±(0,5% + 1 digit)
    • fattore di potenza (cos φ) con precisione ±(1% + 1 digit)
    • frequenza in Hz con precisione ±1 digit
    • potenza elettrica in W con precisione ±(1% + 100 mW)
    • consumo elettrico in kWh con precisione ±(1% + 1 digit)
    • costo energia consumata in Euro (avendo impostato il costo unitario per kWh)

Misuratore di consumo elettrico wireless OWL Micro+

Come funziona misuratore di consumo elettrico OWL Micro+

Cominciamo ad approfondire come funziona il primo misuratore di consumo elettrico wireless che consente il controllo consumi elettrici domestici della nostra abitazione e non solamente quella di una singola presa elettrica.

L’installazione richiede un piccolo intervento assolutamente non invasivo sull’impianto elettrico di casa andando ad inserire un sensore di corrente a clip intorno al conduttore di fase. I dati misurati sono trasmessi via radio all’unita’ base col display.

Tutto questo consente di:

  • installazione e configurazione iniziale semplice (non e’ necessario l’intervento di un elettricista)
  • monitorare in tempo reale i consumi elettrici delle vostra abitazione
  • accedere allo storico di misure e valori medi degli ultimi 3 mesi
  • sono supportate sia tariffe mono-orarie che bi-orarie
  • sul display sono mostrati data, ora, consumi elettrici, costi e CO2 prodotta
  • allarme al superamento di una soglia di consumo elettrico configurabile

Con questo strumento non e’ possibile scaricare i dati storici sul vostro computer oppure accedervi online.

La confezione contiene:

  • unita’ base con display
  • sensore di corrente non invasivo a clip
  • trasmettitore radio dal sensore di corrente all’unita’ base
  • batterie di alimentazione unita’ base e trasmettitore radio
OWL Micro+

Se vogliamo effettuare il controllo consumi elettrici domestici di tutta la nostra abitazione, il sensore a clip va messo intorno al conduttore di fase a valle del contatore consumi elettrici (o dell’interruttore differenziale):

Misuratore consumi elettrici  OWL Micro+

Per identificate il conduttore di fase in base al colore: marrone, nero oppure grigio.

Se volete approfondire ulteriormente potete dare una lettura al manuale (in lingua inglese).

Misuratore consumi elettrici wireless Elgato Eve Energy

Misuratore consumi elettrici Elgato Eve Energy

Chiamare misuratore consumi elettrici wireless l’Elgato Eve Energy e’ assolutamente riduttivo. Si tratta infatti di una presa intelligente WiFi in grado di:

  • fare il controllo consumi elettrici domestici
  • controllare lo stato dell’elettrodomestico controllato da remoto mediante smartphone
  • programmare su base temporale e su base evento l’accensione e lo spegnimento della presa
  • accedere via smartphone ed online allo storico dei dati misurati

E tutto questo con un prezzo confrontabile con quello degli altri misuratori di consumi elettrici meno evoluti.

Potreste essere interessati anche a leggere Presa WiFi: D-Link, TP-Link, Sonoff, Elgato o Belkin ?

Aggiungerei che questo dispositivo si inserisce nella famiglia di oggetti per l’automazione domestica Elgato Eve.

L’unico difetto che posso osservare e’ che viene esclusivamente supportata la piattaforma iOS di Apple escludendo il mercato enorme Android.

Misuratore consumi elettrici wireless Efergy E2 Classic

Misuratore consumi elettrici Efergy E2 Classic

In questo caso scatta la lacrimuccia: il misuratore consumi elettrici wireless Efergy E2 Classic e’ stato il primo da me posseduto quando non abitavo ancora in una casa elettrica. In quel caso il mio obiettivo era quello di valutare i miei consumi elettrici ed in particolare la possibilità di utilizzare il climatizzatore per il riscaldamento nelle mezze stagioni.

Il kit di base dell’Efergy E2 Classic e’ costituito da:

  • unita’ base con display LCD
  • sensore di corrente non invasivo a clip
  • trasmettitore radio dal sensore di corrente all’unita’ base
Efergy E2 Classic

Sul display e’ possibile vedere i consueti dati in tempo reale e cumulativi di potenza e consumi elettrici.

L’installazione dell’Efergy E2 e’ davvero semplice:

Misuratore consumo elettrico Efergy E2 Classic

Collegando l’unita’ base dell’Efergy E2 Classic mediante un cavetto USB ad un PC col programma Elink fornito in dotazione e’ possibile analizzare ed esportare i dati storici sui consumi elettrici.

Misuratore consumo elettrico Efergy E2 Classic

Evidenzierei che l’Efergy E2 Classic e’ un sistema espandibile: aggiungendo due sensori a clip addizionali e’ possibile misurare un impianto elettrico trifase.



Cerchi Efergy E2 manuale italiano ? Allora leggi subito il mio articolo Efergy E2 manuale italiano del misuratore consumi elettrici wireless.

Misuratore consumi elettrici wireless OWL +USB

OWL +USB

Il misuratore consumi elettrici wireless OWL +USB e’ molto simile all’Efergy E2 Classic essendo costituito da:

  • unita’ base con display LCD
  • sensore di corrente non invasivo a clip
  • trasmettitore radio dal sensore di corrente all’unita’ base

Consente il controllo consumi elettrici domestici della nostra abitazione senza intervenire sull’impianto elettrico. Collegando l’unita’ base via USB al vostro PC e’ possibile accedere allo storico degli ultimi 30 giorni misurati. Anche in questo esiste una versione trifase.

Misuratore consumi elettrici wireless Efergy Engage

Misuratore energia elettrica

Vediamo ora come funziona l’ultimo misuratore di consumo elettrico che ho preso in considerazione e’ l’Efergy Engage:

Si tratta in questo caso di un sistema che nasce con le caratteristiche seguenti:

  • non invasività mediante sensori di corrente a clip con trasmettitore radio
  • unita’ base per la raccolta dei dati e la loro pubblicazione online attraverso il router di casa
  • espandibilità mediante l’aggiunta di un sensore di corrente addizionale (ad esempio per il fotovoltaico)
  • possibilità di aggiungere una unita’ base tradizionale con display LCD per vedere direttamente i dati

I dati di Efergy Engage sono accessibili online sia da PC che mediante un app per smartphone:

Efergy Engage

L’installazione dell’Efergy Engage risulta particolarmente semplice:

Efergy Engage
  1. Individua il cavo di fase ed aggancia la clip della pinza amperometrica
  2. Inserisci le 3 batterie AA nel trasmettitore e collegalo al sensore di misura
  3. Alimenta l’Efergy Engage hub e collegalo al router internet mediante il cavo ethernet incluso nella confezione
  4. Collegati a https://engage.efergy.com e completa il processo di registrazione al servizio online

Non posso dire che Efergy Engage sia il miglior misuratore consumi elettrici wireless in assoluto ma e’ sicuramente il più avanzato nella fascia di budget che mi ero prefissato.

Misuratore consumi elettrici wireless | Monitoraggio consumo energia elettrica

Dopo aver capito come funziona un misuratore di consumo elettrico, per concludere la nostra panoramica sul controllo consumi elettrici e per vostra comodità riporto il riepilogo da dove acquistare il miglior misuratore consumi elettrici presi in considerazione.

Potrebbe interessarti anche:

14 pensieri su “Misuratore consumi elettrici | Monitoraggio consumo energia elettrica

  1. sergio

    Ciao,
    sono partito scoprendo questo prodotto https://ned.midorisrl.eu/prodotto/ned/ e da lì mi sono messo a cercare prodotti concorrenti per capire quale fosse il migliore per questo tipo di necessità.
    Il mio obiettivo è un dispositivo wireless da mettere a valle del contatore/salvavita così da tenere monitorati i consumi di tutta casa. L’unico punto negativo di questo che ho linkato è che nasce per monitorare gli elettrodomestici più grossi, mentre tutto ciò che consuma sotto una certa soglia in W (non ho presente il valore) vanno ad alimentare un unico secchio di “consumi ridotti”.

    Sono alla ricerca di un dispostivo che permetta di “smanettare” un po di più coi dati grezzi rilevati piuttosto che basarmi solo con le funzionalità che l’app mobile o il sito web mi mette a disposizione.
    Banalmente ogni volta che rileva una nuova firma energetica mi chiede di dargli una etichetta e (volendo) mi chiede se monitorarlo o meno. Possibilità di esportare i dati grezzi (tipo un csv o simili) e da lì poter fare delle analisi personali (a cui magari i produttori non hanno pensato).
    Conosci un prodotto del genere che potrebbe fare al caso mio?

    1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Giorgio,

      prodotto apparentemente interessante (per quanto costoso). La domanda che ti faccio e’: come pensi che funzioni senza WiFi o ADSL come indicato sul suo sito ? Secondo me c’e’ anche un canone di servizio …

  2. pierlorenzo

    Ciao io sarei molto interessato al monitoraggio dei consumi di casa (essendo tutta elettrica vorrei sapere quanto spendo per riscaldare ecc). Il Mio elettricista mi ha consigliato il ned midori che dichiara di poter verificare il consumo di ogni singolo apparecchio in quanto riconosce la sua “impronta digitale elettronica”. Se fosse vero sarebbe molto utile ma ha una pinza di soli 30 Ampere e non trovo commenti.
    C’è qualcos’altro di simile ma già sperimentato che tu sappia?
    Ciao e grazie mille.

  3. Alessandro Marras

    Buongiorno, articolo molto interessante. Avrei, però, un ulteriore variabile al caso per il quale ho fatto la ricerca capitando quì: in pratica ho necessità di verificare e registrare i consumi di un elettrodomestico che avrò in comproprietà con mia sorella, installato in casa mia per il quale lei mi ha chiesto di farle sapere quanto pagarmi in energia per le volte che lo userà. Fin quì niente di eccezionale, però io ho il fotovoltaico e se questo apparecchio viene acceso in pieno giorno e con cielo sereno, assorbirà tutta l’energia dal FV e non dall’Enel, quindì energia gratis. Diversamente se lo accenderà in altri orari o con cielo nuvoloso il consumo sarà parziale/totale dalla rete Enel. Secondo voi esiste qualche soluzione che fa al caso mio?
    Grazie e buona giornata.

      1. Alessandro Marras

        Ok, però così mi segna indiscriminatamente tutti i consumi dell’apparecchio, sia che prelevi kW gratis dal FV (pieno sole) sia che prelevi kW a pagamento dall’Enel (sera/notte o nuvoloso). Vabò, se non c’è soluzione le farò un forfait quando lo utilizza nel secondo caso. Grazie comunque

  4. jumpjack

    Segnalo anche il Sonoff Pow, ora esistente anche in versione 2 (“rev 2”), un relè telecomandato che permette anche di registrare i consumi, controllabile tramite app Ewelink, ma anche riprogrammabile con firmware personalizzato.
    L’app della versione 1 non era un gran chè quanto a export dati, ho ordinato una versione 2 e sto aspettando che arrivi.

  5. jumpjack

    anche io ne ho studiati e recensiti tanti ( https://jumpjack.wordpress.com/2010/01/07/misuratori-consumi-elettrici/ ) , ma devo ancora trovarne uno con allarme acustico di sovraccarico! Una cosa così semplice e così utile, pare non averla nessuno, tranne un vecchio accrocco che ho comprato da LIDL 10 anni fa che non funziona più.
    Sai se qualcuno di quelli che hai elencato ce l’ha?
    E i dati in che formato possono essere esportati? Io ho un vecchio Voltcraft EL3500… così vecchio che esporta solo su SD card da max 1 GB! E non ha l’allarme acustico. Però esporta dati su PC e posso esaminarli a piacimento, anche con Excel.

  6. Nunzio

    Ho letto con molto interesse questo articolo sul Monitoraggio dei consumi energetici domestici.
    Avrei un consiglio da chiederti.
    Abbiamo fatto staccare un contatore di un’unità immobiliare non più abitata e al momento senza utenze.
    Ci siamo accorti però che la luce dell’androne, la luce del locale rifiuti e il citofono erano attaccati a quell’utenza.
    In emergenza abbiamo fatto attaccare questo piccolo impianto (due lampadine e citofono) al mio contatore, perchè il costo proposto dall’elettricista per renderlo di nuovo autonomo era eccessivo, ed eccessivo sarebbe stato il costo di mantenere un contatore con relativa bolletta solo per due lampadine e un citofono.

    La mia esigenza sarebbe ora di misurare l’energia elettrica consumata solo da quelle lampadine e da quel citofono per poterla ripartire tra i tre consumatori che ne fanno uso.
    Ho visto le proposte e vorrei chiederti un ulterioriore consiglio su quale misuratore installare, tenendo presente che la misurazione non avverrà giorno per giorno ma ogni paio di mesi o addirittura alla fine dell’anno, quindi ogni 365 giorni.
    Ho notato che questa caratteristica di registrare i consumi per più giorni è indicata nelle caratteristiche dell’MKC Power Easy della Melchioni che ha anche un costo contenuto.
    Al momento i cavi elettrici che alimentano il piccolo impianto sono collegati direttamente al contatore e quindi, per poter usare l’MKC dovrei installare una presa elettrica a muro per poterci collegare l’MKC e mettere una spina al cavo del piccolo impianto per poterla inserire nell’MKC e procedere alle misurazioni.

    Vorrei chiederti se è corretto lo schema elettrico che ho pensato e se l’MKC è adeguato per lo scopo che cerco di raggiungere. Oppure se hai qualche altra soluzione da suggerirmi.

    Grazie infinite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.