Interruttori WiFi | eMylo WiFi | Ankuoo REC | Broadlink TC2 | Livolo WiFi

Interruttori WiFi | eMylo WiFi | Ankuoo REC | Broadlink TC2 | Livolo WiFi

Conosci Sonoff e vuoi scoprire le alternative ? Con gli interruttori WiFi eMylo WiFiAnkuoo REC, Broadlink TC2 e Livolo WiFi controlli ogni interruttore luce con smartphoneGoogle Home.

Interruttori WiFi | eMylo WiFi | Ankuoo REC | Broadlink TC2 | Livolo WiFi

Nonostante i suoi molteplici utilizzi del Sonoff WiFi istruzioni italiano: contatto pulito, 4CH Pro pulsante tapparelle, ci sono interruttori WiFi alternativi a Sonoff di per intervenire ed integrarsi con un impianto elettrico esistente e per poter comandare le luci anche mediante smartphone.

Il caso delle prese elettriche e’ decisamente il più facile e potete trova diverse soluzioni che non richiedono modifiche all’impianto elettrico in Presa WiFi TP-Link, elgato eve, D-Link, Sonoff: miglior presa intelligente.

Torniamo a vedere come integrare il nostro impianto elettrico con degli interruttori WiFi.

Interruttori WiFi: caratteristiche

Partiamo dalle caratteristiche che devono avere gli interruttori WiFi per il collegamento con un impianto elettrico:

  1. controllo remoto mediante smartphone ed integrazione con Google Home
  2. semplicità collegamento: il sistema deve richiedere interventi limitati all’impianto elettrico
  3. sincronizzazione stato tra smartphone e lampadina: sull’app di controllo deve sempre vedersi lo stato effettivo della lampadina indipendentemente da chi abbia determinato l’ultima variazione (smartphone, Google Homeinterruttore WiFi oppure tradizionale)
  4. dimensioni interruttori WiFi: devono avere ingombri tali da poter essere montati all’interno di una scatola elettrica da incasso standard

Gli elementi chiave che determinano la semplicità di collegamento degli interruttori touch con l’impianto elettrico esistente sono:

  • necessita’ di collegamento al cavo neutro
    • tale conduttore non e’ normalmente disponibile nella scatola da incasso (dove sono presenti l’interruttore unipolare / deviatore / invertitore)
    • potrebbe essere necessario fare del cablaggio aggiuntivo per portare il cavo neutro
  • tipologia di contatto in uscita
    • può essere disponibile solamente la fase interrotta (adatto solo punto luce interrotto)
    • alternativamente potremmo disporre di un vero e proprio contatto pulito (adatto a tutte le tipologie di impianto)
  • bisogno di componenti aggiuntivi da installare (in particolare un gateway centrale di collegamento ad internet)

Gli interruttori wireless che non richiedono il cavo neutro per il loro funzionamento sono basati su un dimmer come illustrato in questo video:

I migliori interruttori WiFi disponibili sul mercato italiano, sono le seguenti:

Tipologia 
Lampadina LED WiFi
Sonoff SlampherEUR 15,99
LOFTerEUR 16,99
Sonoff B1Vedi su Amazon.it
Yeelight Smart LED (Color)EUR 29,41
Relè wireless da incasso
Broadlink RM Pro+
+ eMylo
EUR 38,24
+ EUR 14,49
Ankuoo RECEUR 23,00
Interruttore WiFi touch
Broadlink RM Pro+
+ Broadlink TC2
EUR 38,24
+ EUR 33,90
Sonoff Touch USEUR 19,33
LivoloEUR 22,28

Per soluzioni basate su portalampada WiFi oppure lampadina LED WiFi, potete leggere:

Prima di addentrarci nell’approfondimento di queste soluzioni, dobbiamo pero’ ripassare le basi di un impianto elettrico.

Anticipo comunque un punto di attenzione: gli interruttori WiFi hanno in molti casi la necessita’ di essere alimentati e quindi per il collegamento potrebbe rendersi necessario effettuare dei cablaggi aggiuntivi.

Collegamento interruttori WiFi ed impianto elettrico domestico

Raccomandazioni preliminari:

Collegamento interruttore

  • per ragioni di ovvia sicurezza, prima di effettuare qualsiasi verifica sull’impianto elettrico, va tolta l’alimentazione
  • qualsiasi modifica all’impianto elettrico va effettuato da una impresa autorizzata che dovrà rilasciare e/o aggiornare la documentazione prescritta dalla normativa

Per verificare l’assenza effettiva di tensione e’ bene essere dotati di un cercafase senza contatto oppure un multimetro digitale:

In un impianto elettrico civile si può comandare, da uno o più punti, una lampadina in diverse modalità ed utilizzando diversi componenti (interruttore unipolare, deviatore, invertitore, pulsante, relè):

# PuntiTipologia
punto luce
# Interruttori
bipolare
#
Deviatori
#
Invertitori
#
Pulsanti
#
Relè
1Interrotto1
2Deviato2
3 o +Invertito21 o +
MultipliA relèMultipli1

Qualunque soluzione di interruttore WiFi valuteremo dovremo probabilmente accettare qualche compromesso nel sostituire o integrare i componenti di comando esistenti.

Vediamo ora come poter riconoscere la tipologia di collegamento interruttore pur non disponendo dello schema elettrico di’impianto.

Punto luce interrotto

In questo caso la luce e’ comandata da un punto interrompendo l’alimentazione, il conduttore di fase, mediante un interruttore unipolare.

Lo schema elettrico del punto luce interrotto, osservando anche la scatola da incasso aperta, si presenta nel modo seguente:

Come si vede il collegamento interruttore unipolare ha due fili elettrici e relativi morsetti di serraggio.

Punto luce deviato

In questo casa la luce e’ comandata da due punti facendo passare l’alimentazione, il conduttore di fase, attraverso due deviatori.

Lo schema elettrico del punto luce deviato, osservando anche la scatola da incasso aperta, si presenta nel modo seguente:

La topologia di tubi e scatole da incasso può portare a situazioni leggermente differenti ma in cui si può sempre riconoscere il deviatore dai tre fili elettrici di collegamento (BTicino nel mio caso):

Punto luce deviato

Esternamente un interruttore unipolare ed un deviatore sono assolutamente indistinguibili (placche BTicino Axolute Air nel mio caso):

Punto luce deviato

Aggiungo questa foto relativa ad una scatola in cui sono presenti un interruttore unipolare (con due fili elettrici e relativi morsetti) ed un invertitore (con tre fili elettrici e relativi morsetti):

Punto luce invertito

In questo casa la luce e’ comandata da almeno tre punti facendo passare l’alimentazione, il conduttore di fase, attraverso una sequenza di:

  • deviatore
  • invertitore (o più comandi intermedi)
  • deviatore

Lo schema elettrico del punto luce invertito, osservando anche la scatola da incasso aperta, si presenta nel modo seguente:

Vi prego di notare le differenze in termini di collegamento interruttore che permettono di identificare in modo quasi univoco la tipologia di componente:

  • l’interruttore unipolare ha due fili elettrici
  • il deviatore ha tre fili elettrici
  • l’invertitore ha quattro fili elettrici

Ricordo ancora una volta che esternamente, con la scatola chiusa, interruttore, deviatore ed invertitore sono assolutamente identici.

Punto luce a relè

In questo casa la luce e’ comandata da più punti mediante pulsanti di tipo normalmente aperto collegati in parallelo all’ingresso di un relè passo passo elettromeccanico. Ad ogni impulso ricevuto dai pulsanti il relè passo passo commuta lo stato spegnendo la luce se era accesa e accendendola se era spenta.

Lo schema elettrico del punto luce a relè, osservando anche la scatola da incasso aperta, si presenta nel modo seguente:

Notate come nel collegamento interruttore luce unipolare e pulsante ci siano due fili elettrici. Sono comunque distinguibili esternamente poiché il pulsante ha una sola posizione a cui torna sempre dopo ogni pressione.

Dimensioni scatola da incasso

Nella stragrande maggioranza dei casi i componenti di comando del nostro impianto elettrico sono montanti su una scatola da incasso con 3 moduli (foto Vimar):

Scatola da incasso 503

E’ fondamentale porre attenzione agli spazi standard disponibili prima di acquistare uno qualsiasi degli interruttori touch avente determinati ingombri non sempre pensati per gli standard italiani:

Dimensioni scatole elettriche da incasso

E’ ora giunto il momento di tornare alle tipologie di interruttori wireless con cui rendere intelligente l’impianto elettrico.

Acquista su Amazon.it

Interruttore wireless eMylo WiFi

Si tratta di un interruttore wireless di produzione cinese che adotta la tecnologia radio e quindi può essere controllato a distanza mediante radiocomando. Ha le certificazioni CE e RoHS.

E’ importante chiarire da subito che eMylo WiFi da solo non può essere gestito mediante smartphone o Google Home: successivamente vi spiego come superare questa limitazione.

Sono disponibili innumerevoli modelli di interruttore wireless eMylo WiFi che lo rendono adatto a tante applicazioni; ho scelto i modelli a 220 V AC da 1.000 W con 1 o 2 canali di uscita:

 eMylo 220V-1-Low PowereMylo 220V-2-Low Power
eMylo 220V-1-Low PowereMylo 220V-2-Low Power
Frequenza315 / 433 MHz315 / 433 MHz
Carico massimo1000 W1000 W
Canali12
Dimensioni65 x 37 x 22 mm75 x 65 x 29 mm
EUR 14,49EUR 15,99

La confezione della versione ad 1 canale che ho acquistato include anche 2 radiocomandi con batteria inclusa:

L’interruttore wireless eMylo WiFi può essere configurato in tre modalità di funzionamento:

  • pulsante (momentary): alla pressione di un pulsante del telecomando il contatto si chiude riaprendosi al momento di rilascio del pulsante stesso

eMylo

  • interruttore a scatto (latched): premendo e rilasciando un pulsante il contatto si chiude; premendo e rilasciando nuovamente il medesimo pulsante il contatto si riapre

eMylo

  • interruttore a commutazione (toggle): in questo caso apertura e chiusura del contatto sono comandati da due pulsanti distinti del telecomando

eMylo

Le dimensioni limitate degli interruttori wireless eMylo WiFi ne consentono facilmente il collegamento all’interno di una scatola elettrica da incasso:

eMylo

Vi prego di osservare che ciascun canale di uscita dell’interruttore wireless eMylo WiFi e’ un contatto pulito, di fatto un deviatore, come si vede bene in questo schema collegamento eMylo WiFi nella versione ad un canale da me riveduto e corretto:

Schema eMylo

Analogamente lo schema di collegamento interruttore wireless eMylo WiFi nella versione a due canali:

Schema eMylo

Possiamo dunque utilizzare un interruttore wireless eMylo nel nostro impianto elettrico in vece di interruttore unipolare, deviatore oppure pulsante, a patto alimentarlo direttamente con fase e neutro.

Gli scenari di utilizzo dell’interruttore wireless eMylo come controllo remoto su un impianto di comando esistente sono i seguenti:

# Punti
a muro
Tipologia
punto luce
# Broadlink
RM Pro+
#
eMylo
#
Deviatori
#
Invertitori
#
Pulsanti
#
Relè
1Interrotto111
2Deviato1111
3 o +Invertito1112 o +
MultipliA relè11Multipli1

La configurazione della modalità di funzionamento dell’interruttore wireless eMylo WiFi si effettua seguendo questa procedura:

  • premere il pulsante programmazione per 5 secondi fino a quando il LED rosso si accende e poi si spegne indicando l’avvenuta cancellazione dell’associazione con un telecomando esistente
  • mantenendo premuto i LED rosso e verde iniziano a lampeggiare una volta, due volte e tre volte in sequenza
  • rilasciare il pulsante dopo che il LED hanno lampeggiato una volta per impostare la modalità pulsante
  • rilasciare il pulsante dopo che i LED hanno lampeggiato due volte per impostare la modalità interruttore a scatto
  • rilasciare il pulsante dopo che i LED hanno lampeggiato tre volte per impostare la modalità interruttore a commutazione
  • il ricevitore wireless e’ ora pronto per essere accoppiato col trasmettitore radio

L’accoppiamento dell’eMylo con un radiocomando si effettua invece seguendo la procedura seguente:

  • premere il pulsante programmazione fino a quando il LED rosso non si accende
  • rilasciare il pulsante, il LED rimane acceso
  • premere il pulsante sul telecomando fino quando il LED rosso sull’eMylo lampeggia ancora una volta e si spegne indicando che l’associazione e’ avvenuta con successo
  • nel caso di due canali premere il secondo pulsante sul telecomando fino quando il LED sull’eMylo lampeggia e si spegne indicando che l’associazione si e’ conclusa con successo

eMylo WiFi e’ un interruttore wireless comandato via radio: per renderlo gestibile mediante smartphone o Google Home basta accoppiarlo al dispositivo Broadlink RM Pro+ come descritto in Broadlink RM Pro+ telecomando universale WiFi per TV, cancello, condizionatore.

Con questa soluzione lo stato della app Broadlink e-Control non e’ garantito sia sincronizzato con lo stato della lampadina data la presenza di elementi di comando autonomi (collegamento via radio).

Interruttore WiFi Ankuoo REC

E’ quella che considero la migliore delle alternative a Sonoff, degli interruttori WiFi di produzione cinese che nasce per essere montato ad incasso:

Interruttore WiFi Ankuoo REC

Le caratteristiche dell’interruttore WiFi Ankuoo REC sono le seguenti:

Relè WiFi da incasso Ankuoo REC

Aggiungerei anche il supporto completo a Google Home.

Come chiaramente indicato sul manuale d’uso in italiano, l’interruttore WiFi Ankuoo REC, a differenza del suo predecessore LUM, può essere utilizzato per il collegamento interruttore unipolare, deviatore o invertitore:

Installazione Ankuoo REC

Abbiamo dunque un ventaglio di possibili collegamenti dell’interruttore WiFi Ankuoo REC a seconda della tipologia di comando esistente:

  • collegamento interruttore luce (controllo manuale da 1 punto)

Installazione Ankuoo REC

  • con deviatori (controllo manuale da 2 punti)

Installazione Ankuoo REC

  • con deviatori ed invertitori (controllo manuale da 3 o + punti)

Installazione Ankuoo REC

Attenzione alla potenza massima gestibile dall’interruttore WiFi Ankuoo REC:

  • Massima corrente: 10 Ampere
  • Massima potenza: 2.300 Watt

Per controllare da smartphone gli interruttori WiFi Ankuoo REC potrete utilizzare l’app Ankuoo REC Smart.

Le dimensioni sono davvero limitate (53 x 49 x 17 mm):

Ankuoo REC

e consentono di incassarlo facilmente.

Vi raccomando di osservare che con l’Ankuoo REC:

  • e’ necessario il collegamento al cavo neutro
  • il contatto in uscita e’ pulito (quindi si adatta anche a punti luce invertiti)
  • non serve nessun componente aggiuntivo

Ankuoo REC installazione

Vediamo come ho effettuato l’installazione dell’Ankuoo REC che ho acquistato per controllare anche mediante smartphone una lampadina esterna.

Raccomando ancora di spegnere l’alimentazione elettrica generale prima di qualsiasi attivita’.

Il primo passo dell’installazione Ankuoo REC e’ aprire la scatola contenente l’interruttore esistente (quello di destra con un filo nero ed uno marrone):
Ankuoo REC

Si vede subito come manchi il conduttore di neutro sia assente ed abbiamo dunque due opzioni di installazione Ankuoo REC:

  • tirare un cavo neutro dalla scatola di derivazione ed installare l’interruttore WiFi nella scatola ad incasso dell’interruttore
  • montarlo dentro la scatola di derivazione

Nonostante il dispositivo ci stia perfettamente nella scatola:

Ankuoo REC

Ho deciso di procedere con l’opzione di installazione Ankuoo REC nella scatola di derivazione.

Per identificare il tubo corretto nella scatola di derivazione ho utilizzato una molla tirafili e successivamente:

  • tagliato il cavo di fase che andava verso l’interruttore (nero) collegandolo ai morsetti L ed L1
  • tagliato il ritorno dall’interruttore (marrone) verso la lampadina esterna, collegandolo ai due morsetti del dispositivo
  • derivato un cavo neutro collegandolo al morsetto N

Ankuoo REC

Non appena alimentate nuovamente l’impianto elettrico dovreste udire dei beep provenire dall’interruttore WiFi: l’installazione Ankuoo REC e’ completa !

Ora, dopo aver installato l’applicazione Ankuoo REC sullo smartphone ed essersi registrati, e’ il momento di associare il dispositivo:

Questo slideshow richiede JavaScript.

L’utilizzo dell’Ankuoo REC e’ davvero semplice e come si vede c’e’ sincronia perfetta tra lo stato della lampadina e quello riportato sull’app anche quando agiamo mediante l’interruttore esistente:

Oltre al comodo comando remoto mediante smartphone, sull’App Ankuoo REC previste tre modalità di programmazione:

  • crono-programmazione per realizzare un interruttore orario WiFi

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • conto alla rovescia (con risoluzione minima di 1 minuto)

Questo slideshow richiede JavaScript.

  • antifurto

La modalità di funzionamento dell’Ankuoo REC più interessante e’ senz’altro quella antifurto che consente di simulare la presenza in casa programmando una fascia oraria, selezionabile sui vari giorni della settimana, in cui l’interruttore luce si accende ad orari e durate casuali, una sorta di interruttore orario WiFi randomico:

Notate come tutti gli eventi di accensione e spegnimento sono notificati su smartphone e presenti nello storico.

Ankuoo REC Google Home

A partire da giugno 2018 c’e’ il supporto completo Ankuoo REC Google Home; la procedura di associazione del dispositivo e’ la consueta prevista in Google Home:

Potrete comodamente accendere e spegnere le vostri luci dal vostro letto chiedendo aiuto a Google Assistant !

Interruttore wireless Broadlink TC2

Passiamo ora al Broadlink TC2, una delle valide alternative a Sonoff, un interruttore wireless valida che prendiamo in considerazione che nasce per essere installato al posto della placca con interruttori a muro:

Broadlink TC2

L’aspetto e’ molto elegante grazie all’uso di un pannello in cristallo temperato ed agli interruttori touch. Sono disponibili versioni con 1, 2 o 3 interruttori.

Come altri oggetti della medesima famiglia, Broadlink TC2 nasce per essere comandato via radio:

Broadlink RM Pro+

Per renderlo gestibile da remoto mediante smartphone e Google Home medainte le app Broadlink e-Control e IHC basta accoppiarlo al Broadlink RM Pro+.

Vi prego di notare dalla foto dei morsetti di collegamento che, a differenza dell’Ankuoo REC,  il Broadlink TC2 non necessita di collegamento col cavo di neutro (sono proprio assenti le viti dei morsetti):

Broadlink TC2

Probabilmente il dispositivo non richiedere una alimentazione continua dato che il controllo avviene via radio e non mediante il WiFi. Ovviamente il controllo via radio ha lo svantaggio di non consentire la sincronizzazione di stato tra Broadlink TC2  e cloud.

L’applicazione del Broadlink TC2, a causa della presenza in uscita della sola fase interrotta, e’ esclusivamente in sostituzione di un interruttore luce unipolare e non con punti multipli con deviatore ed invertitore:

Broadlink TC2

Nel caso lo compriate fate attenzione a scegliere la misura US Standard perché quella a EU Standard non e’ compatibile con le scatole da incasso italiane:

Broadlink TC2

La massima potenza gestibile dal Broadlink TC2: e’ di 300 Watt (massimo 800 Watt per un placca con 3 interruttori).

Nel caso vogliate controllare una lampadina la cui potenza sia inferiore ai 10 W e’ necessario collegare al Broadlink TC2 un condensatore (incluso nella confezione) secondo lo schema seguente:

Broadlink TC2

Interruttori WiFi Sonoff Touch e Sonoff T1

Per approfondire meglio puoi leggere il mio articolo Sonoff Touch | Sonoff T1 | Interruttore da parete touch WiFi | Italia.

Interruttore wireless touch Livolo

Nel parco di alternative a Sonoff, e’ ora dell’ultimo interruttore wireless che nasce per essere installato al posto della placca con interruttori a muro, gli interruttori touch da incasso Livolo:

Livolo

Qualche approfondimento sulla massima potenza gestibile dal Livolo :

  • Massima corrente: 5 Ampere
  • Massima potenza: 1.000 Watt
  • Potenza minima: 15 Watt (se necessario occorre acquistare un adattatore addizionale)

Quindi con luci a LED singole ricordatevi di comprare l’adattatore:

Livolo

Gli aspetti che rendono più interessante la soluzione Livolo sono sicuramente che:

  • non serve il collegamento al cavo neutro (differentemente dall’Ankuoo REC)
  • supporta scenari di punti di comando a muro multipli come chiaramente indicato nello schema elettrico presente sul sito Livolo Instruction Center:

Livolo

Vuoi controllare in modo intelligente l’impianto irrigazione per un prato bellissimo con la giusta quantità d’acqua in base al meteo ! Scopri le migliori centraline irrigazione WiFi leggendo Centralina irrigazione WiFi | Rain Bird ESP | Orbit 94546 | Hunter HC.

Interruttori WiFi | eMylo WiFi | Ankuoo REC | Broadlink TC2 | Livolo WiFi

Direi che ora avete un panorama completo sulle alternative a Sonoff, su come scegliere tra gli interruttori WiFi per poter gestire con smartphone oppure Google Home, come fare l’installazione interruttore WiFi Ankuoo REC oppure orientarvi sugli interruttori touch Sonoff Touch, Livolo, Broadlink TC2 !

Acquista su Amazon.it

 

Potrebbe interessarti anche:

68 pensieri su “Interruttori WiFi | eMylo WiFi | Ankuoo REC | Broadlink TC2 | Livolo WiFi

  1. FABRIZIO MARCHETTA

    Buongiorno a tutti,
    sto seguendo da un pò di tempo questo sito molto interessante e ben fatto perchè mi sto appassionando di domotica, vorrei porre subito un quesito: vorrei automatizzare due punti luce che accendono lo stesso lampadario vi chiedo tra emylo e sonoff qual’è il migliore e poi ne occorre una per ogni interruttore?grazie Fabrizio

    Rispondi
    1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Fabrizio,
      assumo che oggi tu abbia un punto luce deviato.
      Dipende che risultato vuoi ottenere in termini di modalità di controllo:
      1) mantenere i deviatori esistenti + controllo da smartphone con stato lampadario => sicuramente 1 Ankuoo REC
      2) sostituire i deviatori esistenti + controllo da smartphone con stato lampadario => 2 Sonoff Touch o T1

      Nel caso volessi avere anche il controllo via radio opterei per i Sonoff T1.

      Rispondi
      1. FABRIZIO MARCHETTA

        Ciao , il risultato è che vorrei mantenere i deviatori esistenti , ma scusami per i sonoff è necessario che sia presente anche la 220 giusto? per ovviare a questo l’alternativa potrebbe essere un emylo e al posto di deviatore metto un invertitore? grazie

        Rispondi
  2. Pietro

    Buonasera.
    condivido che gii ankuoo siano dei moduli ben fatti e alla fine ne ho già istallati già 21… e molti li ho modificati per gestire le tapparelle elettriche… in 2 anni non si sono mai sconnessi.. preciso di aver messo un roter wifi professionale che potesse gestire i 30 dispositivi wifi che ho in casa.
    grazie al tuo post ho scoperto di google home e sono corso a comprarlo ma ho dei problemi.. funziona tutto per circa un giorno dopo google inizia a dirmi che non riesce a connettersi al server ANKUOO REC… unica soluzione è scollegare l’app in google home e riattivarla…
    capita solo a me? avete delle soluzioni?
    grazie mille
    Pietro

    Rispondi
    1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Pietro,
      Per la mia esperienza personale non ho notato differenze si disponibilità tra il controllo mediante app Ankuoo e Google Home.
      Ovvero quando il device non era raggiungibile da app lo era altrettanto da Google Home e viceversa. Temo che questo possa essere legato alla disponibilità dei servizi in Cloud di Ankuoo. Google Home direi che è super affidabile.

      Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.