Estate sempre più calda e ricca di temporali improvvisi: per curare il vostro prato, magari risparmiando acqua preziosa, dovete dotarvi di un impianto irrigazione smart. Scopri la centralina irrigazione OpenSprinkler per gestire via smartphone e Google Home grazie a IFTTT.

Impianto irrigazione smart | OpenSprinkler | Google Home

Estate sempre più calda e ricca di temporali improvvisi: per curare il vostro prato, magari risparmiando acqua preziosa, dovete dotarvi di un impianto irrigazione smart. Scopri la centralina irrigazione OpenSprinkler per gestire via smartphone e Google Home grazie a IFTTT.

Impianto irrigazione smart

Quali sono le caratteristiche deve avere un impianto irrigazione per essere definito intelligente (o smart in inglese) ?

  • programmare la durata e gli orari di irrigazione (come una centralina irrigazione tradizionale)
  • controllabile da remoto, in particolare via smartphone
  • regolare la durata dei cicli di irrigazione in base alle previsioni meteo
  • pianificare gli orari di irrigazione in base agli orari di alba (e tramonto)
Se vuoi vedere subito le migliori soluzioni commerciali disponibili sul mercato italiano, ti invito a leggere Impianto irrigazione giardino Orbit, Hunter, Rain Bird: centralina WiFi.

Mi permetto di soffermarmi su due delle funzionalità che ritengo essere le più smart.

Regolazione centralina irrigazione in base al meteo

Quante volte vi e’ accaduto con una centralina irrigazione tradizionale che la mattina presto il vostro prato venisse innaffiato e nel pomeriggio un temporale improvviso lo trasformasse in un pantano ? Potrete scordarvene grazie ad un impianto di irrigazione smart.

Pianificazione orari irrigazione con l’alba

Qual’e’ l’orario migliore per irrigare un prato ? Sicuramente nelle prime ore del mattino, diciamo tra le 4 e le 8:

  • maggiore pressione dell’acqua
  • minore ventosità che consente una migliore distribuzione
  • quantità molto bassa di acqua persa per evaporazione
  • temperatura del suolo e delle piante più vicina a quella dell’acqua evitano shock termico

Ricordate che la temperatura dell’acqua nell’acquedotto e’ intorno ai 15 ºC mentre d’estate nel tardo pomeriggio si arriva a temperature dell’aria di oltre 35 ºC. Non maltrattate il vostro tappeto erboso.

Migliore impianto irrigazione smart 2018

Al momento del mio acquisto, estate 2015, il panorama degli impianti irrigazione smart era totalmente carente in Italia mentre già ricco di un sacco di proposte innovative (per lo più di società start-up americane) che provo a sintetizzare in versione aggiornata a settembre 2017:

La mia scelta, come nel caso del sistema di monitoraggio della mia casa elettrica, e’ ricaduta sulla soluzione open-source.

Impianto irrigazione smart OpenSprinkler

Impianto irrigazione smart OpenSprinkler

Le sue caratteristiche principali sono le seguenti:

  • installazione facile e veloce: basta un cacciavite e mezz’ora per installarlo sostituendolo all vostra centralina irrigazione tradizionale (una Orbit nel mio caso)
  • gestibile da remoto mediante browser web sia su desktop che mobile
  • programmazione molto flessibile
    • per giorno e per zona
    • ritardo programmabile
    • supporto di un sensore di pioggia esterno
  • irrigazione automatica basta sulle previsioni meteo
  • localizzazione in lingua italiana
  • aggiornamento firmware automatico
  • supporto molto accurato e tempestivo

Se volessi provarlo c’e’ anche una versione demo (password opendoor).

Installazione impianto irrigazione smart OpenSprinkler

Come già scrivevo, l’installazione della centralina irrigazione OpenSprinkler e’ veramente semplice. Potete seguire ad esempio la guida di installazione passo-passo:


La versione attuale (3.0) si collega ad internet via Wi-Fi (situazione tipica per un locale tecnico in cui e’ probabilmente assente una presa ethernet).

La mia versione e’ la 2.3 che prevedeva il collegamento mediante cavo ethernet: ho risolto il problema acquistando su Amazon un TP-Link TL-WR802N Nano Router Wi-Fi.

Poiché il sistema non pubblica i dati in cloud e’ necessario aprire il vostro router di casa per poter consentire la gestione da remoto.

A conferma di quanto buono sia il supporto, possiamo guarda la video guida di collegamento ad internet:

Ovviamente dovrete fare riferimento al manuale del vostro router.Nel caso della Vodafone Station Revolution la schermata di configurazione e’ la seguente:

Impianto irrigazione smart OpenSprinkler

Programmazione impianto irrigazione smart OpenSprinkler

Siamo ora pronti a vedere come ho effettuato la programmazione della centralina irrigazione OpenSprinkler.

Nella schermata di accesso sono visibili le previsioni meteo, il livello di irrigazione automatico, le 2 zone che ho creato, il loro stato corrente e l’indicazione dell’ultimo ciclo eseguito:Impianto irrigazione smart OpenSprinkler

 

Tappando sulla stazione e’ possibile eseguire una irrigazione immediata della durata voluta.

Selezionando “Modifica programmi” si accede alla definizione / modifica della programmazione:

Impianto irrigazione smart OpenSprinkler
Vi prego di osservare come sia possibile agganciare automaticamente l’avvio dell’irrigazione all’orario del sorgere del sole (nel mio caso ho scelto di partire 20 minuti prima).
Impianto irrigazione smart OpenSprinkler
E’ ovviamente definibile la durata del ciclo di irrigazione per ciascuna zona.

Tappando su “Opzioni di modifica” e’ possibile, come anticipato, configurare per accedere al servizio di previsioni meteo Weather Underground specificando la nostra posizione e la chiave di accesso:Impianto irrigazione smart OpenSprinkler

Impianto irrigazione smart OpenSprinkler
Selezionando come “Metodo di controllo climatico” Zimmerman il gioco e’ fatto !

Per chi volesse approfondire l’algoritmo di aggiustamento col meteo utilizzato puo’ leggere Zimmerman Method?.

Impianto irrigazione smart OpenSprinkler Google Home

E’ possibile utilizzare IFTTT con OpenSprinkler: poiché IFTTT supporta Google Assistant e Google Home e’ possibile comandare l’irrigazione semplicemente utilizzando la vostra voce.

IFTTT e’ l’acronimo di If This Then That: e’ possibile creare delle ricette (recipes) che associano degli eventi (trigger) a delle azioni (actions). Ci sono tantissimi eventi disponibili, ad esempio cambiamenti meteo, variazione di valori di sensori, un nuovo SMS sullo smartphone, una frase detta a Google Home. Ci sono altrettante azioni possibili come spedire un SMS o una email, postare su Facebook ma anche fare una richiesta HTTP su OpenSprinkler.

IFTTT gestisce richieste web generiche sia come eventi che azioni mediante il canale Maker: questo consente di integrare dispositivi non commerciali come OpenSprinkler, che e’ in grado di ricevere comandi mediante il protocollo HTTP GET.

La soluzione non e’ esattamente al passo con i tempi (2018) ma comunque efficace:

  • il firmware di OpenSprinkler non prevedere l’invio di richieste verso IFTTT e quindi non può essere utilizzato come sorgente di eventi
  •  per ricevere i comandi, il dispositivo deve ricevere i comandi tramite internet mediante port-forwarding (oggi si utilizzano soluzioni più sicure basate sul cloud)

Assumendo che disponiate già di un vostro profilo IFTTT, il primo passo e’ abilitare i servizi Google AssistantWebHooks che fungeranno rispettivamente da evento ed azione:

A questo punto potete cominciare a creare il vostro Applet selezionando prima come evento il servizio Google Assistant e specificando il comando vocale che vorrete utilizzare:

Questo slideshow richiede JavaScript.

Successivamente come azione dove scegliere il servizio Webhooks specificando i parametri seguenti:

  • URL: http://External_IP:External_Port/cm?pw=********************************&sid=0&en=1&t=600
  • Method: GET
  • Content Type: lasciare vuoto
  • Body: lasciare vuoto

Questo slideshow richiede JavaScript.

Dove i vari valori del parametro URL sono i seguenti:

  • External_IP: indirizzo esterno raggiungibile da internet del vostro OpenSprinkler (raccomando l’uso di un DNS dinamico)
  • External_Port: porta esterna raggiungibile da internet del vostro dispositivo
  • pw: password in format hash MD5 del vostro irrigatore smart (con la password di default opendoor e’ a6d82bced638de3def1e9bbb4983225c (potete usare un generatore hash MD5)
  • sid: ID stazione a partire da 0; la zona 1 ha sid 0, la zona 2 ha sid 1 e cosi’ via
  • t: durata accensione in secondi

Nel caso abbiate problemi basta digitare l’URL nel browser e verificare che la risposta sia {‘result’:1}.

Ed il gioco e’ fatto: “Hey Google, attiva irrigazione prato”.

Se siete arrivati fino al termine dell’articolo vuol dire che siete davvero pronti a rendere il vostro impianto irrigazione smart !

Puoi anche vedere qualche soluzione già pronta !

Potrebbe interessarti anche:

2 pensieri su “Impianto irrigazione smart | OpenSprinkler | Google Home

    1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Vittorio,

      al tempo del mio acquisto c’era un rivenditore italiano. Il prezzo era pero’ molto + alto che comprarlo direttamente negli USA.
      Il sito e’: OpenSprinkler – Products.

      Il mio suggerimento e’ pero’ di leggere questo: Impianto irrigazione giardino Orbit, Hunter, Rain Bird: centralina WiFi

      Gli anni sono trascorsi ed i produttori di sistemi tradizionali di irrigazione si sono mossi e propongono ottime soluzioni con prezzi competitivi.

      Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.