eWeLink App Sonoff istruzioni in italiano complete per interruttori WiFi

eWeLink App Sonoff istruzioni in italiano complete per interruttori WiFi

eWeLink App Sonoff istruzioni italiano complete per la gestione degli interruttori WiFi Sonoff. Cosa fare quando Sonoff non si accoppia.

Se eWeLink non funziona leggi anche Sonoff rete non disponibile | Sonoff non in linea: diagnosi e modalità LAN.

Stai valutando delle alternative a Sonoff ? Scopri anche Ankuoo RECeMylo WiFi e Mimoo.

eWeLink App Sonoff istruzioni in italiano complete

La gestione da remoto degli interruttori WiFi Sonoff e compatibili avviene utilizzando eWeLink App per smartphone, disponibile sia per piattaforma iOS che Android.

Le funzionalità di base sono le seguenti:

Collegamento dispositivo in rete mediante WiFi a 2,4 GHzAccensione e spegnimento remoto da qualsiasi luogo mediante smartphone di qualsiasi carico elettrico
Sincronizzazione stato del carico elettrico in tempo reale su smartphoneProgrammazione orari di accensione e spegnimento
Condivisione controllo e stato con altre personeUna scena esegue automaticamente un'azione su più dispositivi in base ad un evento (tap su app, una soglia su un dato misurato, lo stato di un altro dispositivo)
Controllo via rete locale in caso di assenza di connessione internetControllo vocale mediante Google Home e Amazon Echo. Compatibile con IFTTT e Google Nest

eWeLink App Sonoff istruzioni italiano: registrazione ed accesso

Una volta scaricata l’applicazione, disponibile in italiano, vengono richieste le credenziali di accesso:

La Registrazione per utenti dall’Italia e’ supportata tramite email: riceverete un messaggio di posta elettronica contenente un codice di verifica da inserire in App insieme alla password da voi scelta.

Potete accedere con le vostre credenziali da un solo smartphone per volta.

Nel caso riceviate un errore di rete in fase di autenticazione:

eWeLink

Questo potrebbe essere dovuto all’impossibilita’ da parte dell’app di raggiungere i server in cloud. Verificate la raggiungibilità, ad esempio mediante il comando ping, verso gli indirizzi eu-long.coolkit.cc, eu-api.coolkit.cc e api.coolkit.cc.

Home Page eWeLink App Sonoff

Una volta inserite correttamente le credenziali atterrerete alla schermata principale dove sono presenti le seguenti funzionalità:

  • Elenco e gestione dei dispositivi
  • Elenco e gestione delle scene
  • Gestione profilo utente
  • Accoppiamento di nuovi dispositivi

Dalla home eWeLink per ciascun device potete:

  • consultare lo stato corrente (online / offline / LAN) e intensità del segnale WiFi
  • visualizzare lo stato ed accendere/spegnere il singolo canale
  • ricevere notifica della disponibilità di aggiornamenti firmware
eWeLink

Nel caso abbiate parecchi dispositivi da gestire e’ possibile suddividerli in gruppi, in questo esempio il gruppo “Esterno”:

eWeLink Gruppi
eWeLink Gruppi

eWeLink App Sonoff istruzioni italiano accoppiamento dispositivi

eWeLink App comunica con i dispositivi, recuperando stato ed inviando comandi, attraverso dei server in cloud. Ciascun device e’ a sua volta collegato ad internet attraverso il WiFi di casa.

Interruttore WiFi Sonoff TH10A e presa S20 Smart Socket

Per questo motivo per ciascun nuovo device Sonoff occorre prima di tutto:

  • configurare le credenziali dell’access point WiFi che utilizzeranno
  • accoppiare il dispositivo stesso col nostro profilo memorizzato sui server eWeLink in cloud

I passi da seguire sono abbastanza semplici e non desistete anche nel caso che Sonoff non si accoppia al primo tentativo.

Le istruzioni preliminari per l’accoppiamento di un dispositivo sono le seguenti:

  • Identificare l’access point WiFi a cui il device dovrà essere connesso
  • Verificare che sia attiva la banda 2,4 GHz (i 5 GHz non sono supportati)
  • Assicurare che lo smartphone da cui effettuate la procedura di associazione sia collegato al medesimo router WiFi
  • Verificare che il nome e la password WiFi contengano solamente lettere maiuscole (a-z), lettere minuscole (A-Z) o numeri (0-9)
  • Verificare che la password WiFi non superi i 32 caratteri di lunghezza

A questo punto potete procedere con l’accoppiamento premendo il pulsante sul dispositivo per 7 secondi fino a che il LED non cominci a lampeggiare:

Nel caso della lampadina LED WiFi B1 l’accoppiamento viene avviato ripetendo per tre volte una sequenza di spegnimento ed accensione con frequenza di 2 secondi fino quando la lampadina comincia a “respirare”:

Sonoff B1 eWeLink

Ora potete tornare ad eWeLink app continuando nel modo che segue:

  • Tappare sull’icona in basso di aggiunta dispositivo dalla home
  • Scegliere Quick Pairing Mode e confermare avviando la procedura effettiva di accoppiamento
  • Inserire nome e password dell’access point WiFi
  • Attendere con pazienza il completamento dell’operazione di registrazione ed accoppiamento che può richiedere da 1 a 3 minuti
  • Assegnare un nome al nuovo dispositivo appena accoppiato al sistema

Il LED a bordo del dispositivo rimane acceso confermando il successo dell’operazione. Tornando alla schermata principale dell’applicazione troverete il dispositivo online:

Nel caso vogliate successivamente cambiare rete WiFi, dovrete eseguire preliminarmente i passi seguenti per ciascun dispositivo:
  1. cancellare il dispositivo dall’app eWeLink
  2. ripetere la procedura di accoppiamento al vostro profilo eWeLink utilizzando le credenziali del nuovo access point WiFi

eWeLink App: Sonoff non si accoppia che fare

Se Sonoff non si accoppia, potreste trovarvi in una delle due situazioni seguenti:

  • L’app eWeLink rimane sospesa in fase di accoppiamento (indicando eventualmente di aver trovato un dispositivo)
  • Viene restituito un errore esplicito di Accoppiamento non riuscito

Per risolvere il problema Sonoff non si accoppia, occorre procedere nel modo seguente:

  1. verificare nuovamente che l’access point WiFi sia a 2,5 GHz
  2. verificare il nome e la password WiFi contengano solamente lettere a-z (A-Z) e numeri 0-9
  3. provare ad avvicinare il dispositivo al router WiFi se troppo lontano
  4. ripetere la procedura di accoppiamento su eWeLink
  5. eseguire la procedura di accoppiamento con altro access point WiFi se disponibile
  6. eseguire la procedura di accoppiamento con un hotspot WiFi (ad esempio uno smartphone)

Se il problema Sonoff non si accoppia permane, verificate su eWeLink che la modalità di accoppiamento selezionata sia coerente con la frequenza di lampeggio del LED sul dispositivo:

  • se il LED lampeggia alternativamente due volte velocemente ed una lentamente, dovete usare Quick Pairing mode (default)
  • se il LED lampeggia velocemente, dovete usare Compatible Pairing mode (AP)

Nel caso di smartphone iOS per il Compatible Pairing mode dovrete far collegare lo smartphone alla rete WiFi creata dal device stesso con nome del tipo ITEAD-100000xxx e password 12345678:

E poi avviare l’accoppiamento vero e proprio in Compatible Pairing mode.

Nel caso pensiate che sia un problema di copertura WiFi leggete Sonoff rete non disponibile.

eWeLink App Sonoff istruzioni italiano dettaglio dispositivo

Dalla home di eWeLink potete accedere alle funzionalità disponibili per ciascun dispositivo, ovviamente dipendenti dal modello.

Le funzionalità comuni a tutta la famiglia di dispositivi controllati da eWeLink App sono:

  • Impostazioni dispositivo: per cambiare il nome del dispositivo, versione firmware, notifiche e stato all’accensione (on/off/ultimo stato)
  • Condivisione: per condividere la gestione del dispositivo con altri utenti
  • Timer: per gestire dei timer (ad orari programmati, countdown, loop) di accensione/spegnimento del dispositivo
  • Scene: per programmare delle azioni su più dispositivi in base ad eventi (click, temperatura/umidità, stato di un altro device)

Come primo esempio prendiamo in considerazione il Sonoff 4CH Pro R2:

Come secondo esempio utilizziamo il Sonoff TH16, dove si possono vedere immediatamente, oltre allo stato del dispositivo, temperatura ed umidità:

Quale terzo ed ultimo esempio l’interruttore WiFi Mimoo compatibile ed equivalente ad un Sonoff Basic:

eWeLink App Sonoff istruzioni italiano impostazioni dispositivo

Vediamo ora le impostazioni comuni a tutti i dispositivi:

  • abilitare le notifiche su App delle variazioni di stato del singolo canale
eWeLink Sonoff App
  • configurare lo stato all’accensione di ciascun canale di uscita: acceso, spento, stato precedente
eWeLink Sonoff App
  • disattivare il LED a bordo del dispositivo (per risparmiare qualche goccia di energia, ma attenzione che perdete la diagnostica dei problemi di connettività)
  • disabilitare la possibilità di accendere/spegnere contemporaneamente tutte le uscite
  • abilitare la temporizzazione delle uscite (variazione graduale o inching)
Sonoff variazione graduale (inching)

La temporizzazione (variazione graduale o inching) e’ una funzionalità utilissima resa disponibile dalla versione 3.5.4 di eWeLink con firmware 2.7.0. Funziona con tutti i dispositivi (anche quelli compatibili) ad eccezione del Sonoff TH16 e vi permette di trasformare la singola uscita del vostro dispositivo in un pulsante WiFi temporizzato con durata configurabile tra 0,5 e 3.600 secondi (1 ora).

Ancora più interessante e’ che la temporizzazione funziona anche col dispositivo non connesso.

Se i 3.600 secondi massimi per la variazione graduale / inching non dovessero esservi sufficienti, potete leggere nel mio articolo come usare IFTT+Stringify per farlo.

eWeLink App Sonoff istruzioni in italiano condivisione

E’ possibile condividere la gestione dei singoli dispositivi con altri utenti già dotati di credenziali su eWeLink. E’ la modalità che dovete adottare per poter gestire contemporaneamente da due smartphone differenti il medesimo dispositivo creando due credenziali di accesso differenti.

Le pre-condizioni per poter effettuare l’operazione di condivisione sono le seguenti:

  • l’account ricevente deve essere loggato sullo smartphone
  • l’app eWeLink deve essere attiva sul telefono ricevente
  • smartphone mittente e ricevente devono essere entrambi collegati ad internet

Come esempio riporto la procedura per la condivisione di un Sonoff Basic con un’altra utenza già esistente:

Sullo smartphone ricevente l’esperienza di condivisione sara’ invece la seguente:

eWeLink App Sonoff istruzioni italiano programmazione timer

A titolo illustrativo vi propongo le istruzioni italiano per un’accensione giornaliera alle 08:00  e spegnimento alle 08:20 del dispositivo denominato SonoffTH16:

Ho anche realizzato un video che mostra le istruzioni per la configurazione del modello 4CH Pro R2 per accensione e spegnimento in orari fissi di un singolo canale:

eWeLink App Sonoff istruzioni italiano programmazione scene

Sull’app eWeLink e’ possibile creare e gestire delle scene che servono ad eseguire automaticamente delle azioni su un dispositivo in funzione di eventi relativi ad un altro dispositivo. Ci sono tre tipologie a seconda della classe di evento:

  • tap sull’app (per accendere o spegnere più dispositivi contemporaneamente)
  • dato misurato da un dispositivo come temperatura o umidità (Sonoff TH16 ad esempio)
  • stato di un dispositivo

Un paio di punti di attenzione importanti sull’utilizzo delle scene:

  • non possono essere condivise
  • non funzionano se i dispositivi non risultano connessi al cloud via internet

Partiamo con un primo esempio di scena in cui accendere contemporaneamente due uscite del Sonoff 4CH Pro R2 con un solo tap:

L’apertura o chiusura contemporanea di tutte le tapparelle di casa e’ l’applicazione perfetta di questa tipologia di scene.

Vediamo ora un secondo esempio con le istruzioni per accendere una uscita del Sonoff 4CH Pro R2 in funzione del raggiungimento di una soglia di umidità misurata dal Sonoff TH16:

Come terzo esempio vediamo le quattro scene necessarie per poter configurare un Sonoff Touch US ed un Sonoff T1 US come due deviatori in punto luce deviato:

Per approfondire questo esempio leggi il mio articolo su Sonoff Touch.

Se volete disegnare degli scenari più complessi per cui le scene di eWeLink non vi siano sufficienti, allora dovete passare al livello superiore leggendo IFTTT Sonoff eWeLink Stringify.

eWeLink App: numero massimo dispositivi, timer e scene

Una domanda frequente riguarda il numero massimo di dispositivi gestibili: la risposta si trova nella pagina di dettaglio ITEAD: EWeLink Introduction.

In estrema sintesi:

  • numero massimo di dispositivi gestibili: 150
  • numero massimo di timing task per dispositivo: 8
  • numero massimo di scene memorizzabili: 21

Sul sito di supporto ho pero’ provato il thread eWeLink and limited devices for Scene che suggerisce la seguente conclusione per quanto non documentata:

  • numero massimo di dispositivi gestibili: 18

Questi limiti diventano rilevanti quando cominciate ad utilizzare parecchi dispositivi e scene col medesimo profilo eWeLink.

Altri articoli disponili su Sonoff:

76 pensieri su “eWeLink App Sonoff istruzioni in italiano complete per interruttori WiFi

  1. Mario

    Ho condiviso alcuni sonoff installati nella mia casa con mia moglie, tutto funziona dall’app ewelink sia dal mio telefono che dal suo con il suo utente. Non riesco con IFTTT a dargli la possibilità del comando vocale con google assistant. Quando arrivo al punto di scegliere il sonoff per il comando vocale che sto attivando non mi fa scegliere dall’account di mia moglie i sonoff che gli ho condiviso. Pensavo di aver risolto accedendo da IFTTT con l’utente IFTTT di mia moglie, al servizio ewelink con il mio utente ewelink che è quello con cui ho registrato i sonoff che voglio comandare. Prima invece accedevo con l’utente ewelink di mia moglie con la quale ho condiviso i miei sonoff. Tutto ha funzionato con le applets create per mia moglie ma purtroppo non funzionano più le mie. Come posso risolvere questo problema?

    1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Mario,

      non capisco perché parli di IFTTT per poter usare i comandi vocali con Google Assistant.

      Io sarei partito tentando l’associazione seguente:

      Dispositivi Sonoff < -> Utenza eWeLink Master < -> Utenza Google Assistant Master
      Utenza eWeLink Slave < -> Utenza Google Assistant Slave

      Mi aspetto anche che, per ragioni di sicurezza, i dispositivi condivisi non siano usabili su Google Assistant Slave (perché l’accesso non sarebbe controllato da eWeLink).

      Io proverei un’altra strada: associando tra di loro su Google Assistant più profili che condividono i medesimi dispositivi associati con l’utente Google Master. Dovrebbe funzionare senza problemi.

      Ti suggerisco comunque di postare i commenti nelle pagine pertinenti, tipo Sonoff Google Home.

  2. Marco

    Ciao Emiliano,
    mi confermi che anche la versione per il sonoff dual gestisce l’inching?
    Il mio collega mi dice che sulla sua schermata non appare la voce nel menu. Può essere che ha una versione di device molto vecchio? Anche il fw nonostante dica che è aggiornato ha un numero di versione alquanto dubbio…
    Grazie

      1. Marco

        Grazie. Meno male perché l’ho ordinato e lo userò per una terza tapparella (mi scoccia mettere un modulo da 4 e lasciare due canali inutilizzati). Hai delle idee per interfacciare il saliscendi esistente al modulo senza aggiunta di due relè in uscita al sonoff ? Se lavorassi in continua avrei risolto con due diodi. Ma in alternata mi sa che ho poche soluzioni…
        Grazie ancora e buon proseguimento di anno.
        Marco

          1. Marco

            Nel mio caso (dual) i tre aggiuntivi servono. Ho letto ora la guida però ho notato che manca l’implementazione con i due pulsanti saliscendi. In quel caso prenderò spunto dal collegamento dei 4ch r2 che ho già installato. Anche perché i 2 relè implementati nel dual (parte cablaggio) direi che rispecchia il cablaggio del 4ch r2. Porterò una fase nel cassettone e monterò una piccola guida din per i due Finder. Grazie ancora e saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.