Consumi casa elettrica - Settembre 2016

Consumi casa elettrica – Settembre 2016

L’autunno e’ cominciato da qualche settimana e si erano accumulati i mesi, in particolare tutta l’estate, per cui non avevo pubblicato dati aggiornati sull’andamento della mia casa elettrica.

Per la prima volta, durante le vacanze la pompa di calore era in modalità estiva (sola produzione ACS) e l’UTA spenta. L’influenza sui consumi del mese di agosto e’ evidente.

I dati pubblicati sono i consueti:

  • Esterno
    • temperatura esterna effettiva (misurata con un’unita’ esterna dell’OpenEnergyMonitor)
    • umidità esterna effettiva (misurata con un’unita’ esterna dell’OpenEnergyMonitor)
  • Interno
    • temperatura interna effettiva (misurata con un’unita’ interna dell’OpenEnergyMonitor)
    • umidità interna effettiva (misurata con un’unita’ interna dell’OpenEnergyMonitor)
  • Energia elettrica
    • prodotta dal fotovoltaico
    • consumata complessivamente dalla casa
    • prelevata dalla rete
    • immessa in rete
  • PVGIS
    • produzione di energia elettrica teorica prevista per il fotovoltaico
    • confronto con la produzione effettiva
  • Dettaglio Energia elettrica consumata
    • pompa di calore (che si occupa di riscaldamento, acqua calda sanitaria e raffrescamento)
    • UTA (ventilazione meccanica controllata, deumidifica, eventuale integrazione in riscaldamento/raffrescamento)
    • tutti gli altri consumi elettrici (inclusa la piastra ad induzione della cucina)

Qualche considerazione sui dati:

  • la produzione cumulata del 2016 del fotovoltaico continua ad essere bassa: nei mesi di agosto e settembre il dato e’ stato superiore a quello del PVGIS per cui penso che siano piu’ rilevanti le fluttuazioni meteo rispetto al un trend di riduzione della produttività dei pannelli fotovoltaici
  • i consumi elettrici “tradizionali” (esclusa PdC ed UTA) sono in aumento: questo trend si confermerà nonostante la sostituzione a luglio della lavatrice con un modello piu’ efficiente ma affiancato dall’asciugatrice
  • i consumi estivi UTA e PdC si sono ridotti grazie alla nuova regolazione che, pur garantendo un ottimo comfort, era più efficiente (leggi anche Climatizzazione estiva: too fast too furious)

Ho provato a rappresentare con un grafico di piu’ facile lettura la ripartizione dei consumi tra PdC, UTA ed altri consumi con il confronto con la produzione del fotovoltaico per il 2016:

2016

Possiamo confrontarlo con l’andamento del 2015:

2015

Diventa evidente come il mio fotovoltaico sia oggettivamente sotto-dimensionato come gia’ descritto in Casa Elettrica: come dimensionare l’impianto fotovoltaico ?

Stay tuned per la prima accensione del riscaldamento !

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.