Consumi casa elettrica - Dicembre 2016

Consumi casa elettrica – Dicembre 2016

Fireworks

In lontananza si sentono ancora i botti per la celebrazione del 2017: momento perfetto per stilare il bilancio dell’anno appena trascorso (soprattutto perché gli ultimi dati erano stati pubblicati ben 3 mesi fa).

L’inverno e’ nel suo pieno ed il mese di dicembre si e’ rivelato quello più freddo da quando faccio il monitoraggio dei dati.

I dati pubblicati sono i consueti (a cui ho aggiunto per leggibilità la differenza tra i parametri climatici interni ed esterni)

  • Esterno
    • temperatura esterna effettiva (misurata con un’unita’ esterna dell’OpenEnergyMonitor)
    • umidità esterna effettiva (misurata con un’unita’ esterna dell’OpenEnergyMonitor)
  • Interno
    • temperatura interna effettiva (misurata con un’unita’ interna dell’OpenEnergyMonitor)
    • umidità interna effettiva (misurata con un’unita’ interna dell’OpenEnergyMonitor)
  • Delta
    • differenza di temperatura effettiva tra interno ed esterno (misurate con OpenEnergyMonitor)
    • differenza di umidità effettiva tra interno ed esterno (misurate con OpenEnergyMonitor)
  • Energia elettrica
    • prodotta dal fotovoltaico
    • consumata complessivamente dalla casa
    • prelevata dalla rete
    • immessa in rete
  • PVGIS
    • produzione di energia elettrica teorica prevista per il fotovoltaico
    • confronto con la produzione effettiva
  • Dettaglio Energia elettrica consumata
    • pompa di calore (che si occupa di riscaldamento, acqua calda sanitaria e raffrescamento)
    • UTA (ventilazione meccanica controllata, deumidifica, eventuale integrazione in riscaldamento/raffrescamento)
    • tutti gli altri consumi elettrici (inclusa la piastra ad induzione della cucina)

dicembre-2016

Come al solito qualche considerazione sui dati:

  • la produzione cumulata del 2016 del fotovoltaico e’ inferiore a quella degli anni precedenti: probabilmente si combinano le fluttuazioni meteo ed il trend di riduzione della produttività dei pannelli fotovoltaici
  • i consumi elettrici “tradizionali” (esclusa PdC ed UTA) sono in aumento: da settembre in poi c’e’ pero’ un inversione di tendenza grazie alla sostituzione di lavatrice e lavastoviglie, per guasto, con modelli più efficienti
  • i consumi estivi UTA e PdC si sono ridotti grazie alla nuova regolazione che, pur garantendo un ottimo comfort, era più efficiente (leggi anche Climatizzazione estiva: too fast too furious)
  • il bilancio tra energia elettrica prelevata ed imessa e’ maggiormente favorevole: mi aspetto che con il saldo SSP del prossimo giugno la spesa netta sara’ inferiore

Segue il grafico di più facile lettura la ripartizione dei consumi tra PdC, UTA ed altri consumi con il confronto con la produzione del fotovoltaico per l’intero 2016:

2016

Possiamo confrontarlo con l’andamento del 2015:

2015

Il mio fotovoltaico sia oggettivamente sotto-dimensionato come già descritto in Casa Elettrica: come dimensionare l’impianto fotovoltaico ?

Stay tuned per un’analisi dei consumi per il riscaldamento rispetto ai dati di progetto !

Potrebbe interessarti anche:

2 pensieri su “Consumi casa elettrica – Dicembre 2016

  1. Zannoni Marco

    buongiorno e buon anno, molto interessanti i suoi articoli, volevo chiederle come usa la pdc nei mesi invernali, ovvero temperatura di mandata e acs e se la usa con la climatica inversa o in base alla t esterna?
    Grazie.

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.