Consumi casa elettrica - Aprile 2016

Consumi casa elettrica – Aprile 2016

La primavera e’ ormai inoltrata, per quanto mentre scriva sia una giornata fredda e piovosa.

Il riscaldamento e’ rimasto spento tutvmto il mese ed i risultati sui consumi sono evidenti.

I dati pubblicati sono i consueti:

  • Esterno
    • temperatura esterna effettiva (misurata con un’unita’ esterna dell’OpenEnergyMonitor)
    • umidità esterna effettiva (misurata con un’unita’ esterna dell’OpenEnergyMonitor)
  • Interno
    • temperatura interna effettiva (misurata con un’unita’ interna dell’OpenEnergyMonitor)
    • umidità interna effettiva (misurata con un’unita’ interna dell’OpenEnergyMonitor)
  • Energia elettrica
    • prodotta dal fotovoltaico
    • consumata complessivamente dalla casa
    • prelevata dalla rete
    • immessa in rete
  • PVGIS
    • produzione di energia elettrica teorica prevista per il fotovoltaico
    • confronto con la produzione effettiva
  • Dettaglio Energia elettrica consumata
    • pompa di calore (che si occupa di riscaldamento, acqua calda sanitaria e raffrescamento)
    • UTA (ventilazione meccanica controllata, deumidifica, eventuale integrazione in riscaldamento/raffrescamento)
    • tutti gli altri consumi elettrici (inclusa la piastra ad induzione della cucina)

 

APR16

Qualche considerazione sui consumi:

  • la produzione attuale del 2016 del fotovoltaico e’ bassa: vedremo col passare del tempo se dovuta alle fluttuazioni meteo oppure ad un trend di riduzione della produttività dei pannelli fotovoltaici
  • e’ possibile estrapolare per bene i consumi elettrici mensili per la produzione di acqua calda sanitaria: 70 kWh per 4 persone

Si vedono gli effetti della regolazione sulla ventilazione che ho fatto a meta’ febbraio): la differenza tra umidità interna ed esterna si e’ abbassata parecchio come atteso.

Auspico che l’intervento contribuisca a migliorare/facilitare il controllo dell’umidità interna in piena estate. Puoi anche leggere Ventilazione meccanica controllata e umidità: no muffa ma attenzione !.

Stay tuned per la prima accensione del raffrescamento !

 

Potrebbe interessarti anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.