Climatizzazione estiva: alla ricerca della crono-programmazione ideale

Climatizzazione estiva: alla ricerca della crono-programmazione ideale

Questo luglio africano consente di vedere per bene i risultati raggiunti in estate con l’ottimizzazione della programmazione oraria dei sistemi di climatizzazione della mia casa elettrica:

  • pompa di calore Rotex HPSU Compact (raffrescamento ed ACS)
  • UTA VMC Italia LET (ricambio aria e de-umidifica)

il tutto in armonia con l’impianto fotovoltaico.

Una premessa ulteriore e’ che la UTA funziona in de-umidifica esclusivamente quando la pompa di calore produce acqua fredda.

Prendiamo come campione la giornata del 07 Luglio 2015 che rappresenta, al momento, il record storico:

CRONO1

Innanzitutto si vede benissimo la perfetta correlazione tra la temperatura esterna e la produzione del fotovoltaico.

La produzione ACS ha la seguente programmazione:

  • 00:00 ÷ 07:15 ⇒ 42 ºC
  • 07:15 ÷ 08:00 ⇒ 46 ºC
  • 08:00 ÷ 24:00 ⇒ 42 ºC

Con l’obiettivo di forzare la produzione al mattino entro le 08:00 con la primissima produzione del FV e non bloccare il raffrescamento di giorno (fastidioso a causa di un piccolo bug sw Rotex che allunga il periodo di effettivo blocco del raffrescamento).

La programmazione relativa al raffrescamento e’ invece la seguente:

  • 00:00 ÷ 04:00 ⇒ 24,5 ºC
  • 04:00 ÷ 08:00 ⇒ 25,0 ºC
  • 08:00 ÷ 20:00 ⇒ 24,0 ºC
  • 20:00 ÷ 24:00 ⇒ 24,5 ºC

Con l’obiettivo di seguire sostanzialmente la produzione del FV (a valle intervallo produzione ACS) ed evitare di funzionare di notte, se non strettamente necessario, quando il sole proprio non c’e’.

Questo garantisce di seguire abbastanza l’andamento della temperatura esterna che pero’ ovviamente si smorza lentamente al calare del sole.

Aggiungo che in modalita’ estiva utilizzo la curva climatica onde ridurre la temperatura di mandata in corrispondenza delle temperature esterne maggiori (nonche’ di grande produzione del FV).

Direi che una buona sintesi degli obiettivi perseguiti con la regolazione estiva del mio impianto e’, in ordine di priorita’ descrescente:

  • massimizzare l’autoconsumo del fotovoltaico (minimizzando l’energia elettrica prelevata)
  • massimizzare il comfort interno in termini di temperatura ed umidita’ interna

Vediamo ora quali sono i risultati raggiunti.

Andamento della potenza elettrica prelevata ed immessa (totale, inclusiva anche degli altri consumi):

CRONO2

Parrebbe che praticamente non sia stata immessa nemmeno una goccia in rete: eccellente !

Andamento di temperatura ed umidita’ interna ed esterna dell’ultima settimana:

CRONO3

Il risultato in termini di comfort e’ ottimo, anche se non perfetto.

Occorre pero’ tenere conto dei fattori seguenti:

  • ho dato priorita’ alla riduzione dei consumi, per cui sostanzialmente la climatizzazione (raffrescamento + de-umidifica) non gira sempre di notte
  • la VMC d’estate “tira dentro” l’umidita’: e’ una dura battaglia, in particolare in Pianura Padana, che secondo me tutti gli espertoni “dimenticano” quando consigliano la VMC (vedi anche il mio articolo Climatizzazione Estiva e VMC: attenzione all’umidita’)

Sono molto soddisfatto: dormo cosi’ bene d’estate come mai successo prima.

Potrebbe interessarti anche:

44 pensieri su “Climatizzazione estiva: alla ricerca della crono-programmazione ideale

  1. alessandro mazio (@AlessandroMazio)

    Buongiorno
    Ho una rotex hpsu compact 516 biv e non riesco a raffreddare
    Ho seguito le indicazioni del forum.
    La pdc diferă per ore e non abbassa la temperatura di mandata al radiante
    Riprende quando vuole lei.
    Per acs ho il solare termico ed in questo periodo ne ho in abbondanza.
    Ho fv da 6kw e vmc con deumidificatore ma se la pdc non manda acqua fredda ovviamente non serve.
    Le ho provate tutte
    Ho letto del sw per il monitoraggio e va bene. Ma cosa devo Co pare sulla rotex per esportare dati ?
    Posso esportare i dati anche da vmc, inverter e termostati bticino my home ?

    L impiantista mi ha detto di non mandare acqua nel radiante a meno di 18 gradi perché non ci sono le sonde. Cosa vuol dire interministeriale pratici ? Non posso aggiungere degli igrometri e tenere l umidità sotto controllo avendo comunque la vmc ?
    Sono in zona climatica E pianura padana

    Grazie per i consigli
    Alex

    Rispondi
    1. La mia Casa Elettrica

      Ma sei sicuro della mandata ?

      Per l’esportazione dei dati dipende ogni singola macchina cosa ti mette a disposizione. Oppure monti qualcosa in grado di misurare potenze elettriche, temperatura ed umidità come ho fatto io (OpenEnergyMonitor).

      Rispondi
  2. alessandro mazio (@AlessandroMazio)

    Buongiorno,
    Ho una rotex hpsu compact 516 biv e non riesco a raffreddare
    Ho seguito le indicazioni del forum.
    La pdc diferă per ore e non abbassa la temperatura di mandata al radiante
    Riprende quando vuole lei.
    Per acs ho il solare termico ed in questo periodo ne ho in abbondanza.
    Ho fv da 6kw e vmc con deumidificatore ma se la pdc non manda acqua fredda ovviamente non serve.
    Le ho provate tutte
    Ho letto del sw per il monitoraggio e va bene. Ma cosa devo Co pare sulla rotex per esportare dati ?
    Posso esportare i dati anche da vmc, inverter e termostati bticino my home ?

    L impiantista mi ha detto di non mandare acqua nel radiante a meno di 18 gradi perché non ci sono le sonde. Cosa vuol dire interministeriale pratici ? Non posso aggiungere degli igrometri e tenere l umidità sotto controllo avendo comunque la vmc ?
    Sono in zona climatica E pianura padana

    Grazie per i consigli
    Alex

    Rispondi
  3. Matteo Castellani

    Immagino che molti di voi (se non tutti) abbiano un sistema di monitoraggio consumi casa/PDC, produzione FV, T ext e interne, ecc.. e in effetti risulta essere l’unico modo per analizzare e valutare i comportamenti della PDC..sapete dirmi come costruirne uno? Cosa serve, dove comprare, come configurare? Mi piacerebbe averne uno mio per poter confrontarmi poi con voi al 100% conoscendo il comportamento di casa mia…Grazie mille!!

    Rispondi
  4. Matteo Castellani

    Ma guarda, credo che se imposto un unico intervallo di produzione di ACS (10:00-18:00) fa riferimento a T-ACS nom1 per quell’intervallo mentre per le restanti ore non dovrebbe andare in produzione di ACS per nessun motivo. Mentre se, come hai fatto tu, metto 3 intervalli di periodo diversi durante la giornata allora il primo periodo fa riferimento a T-ACS nom1, il secondo a T-ACS nom2 e il terzo ad T-ACS nom3.
    Forse per errore ho messo 1xacqua calda= on e questo mi ha fatto partire istantaneamente la produzione di acqua in orario fuori intervallo? può essere una motivazione?

    Rispondi

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.