Home » La mia Casa Elettrica Informazioni

La mia Casa Elettrica Informazioni

Questo blog nasce dalle mie esperienze di costruzione ed ottimizzazione della mia casa elettrica, ovvero un’abitazione alimentata esclusivamente da energia elettrica che si sono successivamente estese ad approfondire prodotti e soluzioni di domotica WiFi a basso costo come Sonoff e Shelly.

In questa pagina trovate le caratteristiche costruttive ed impiantistiche della mia casa elettrica con cui fare qualche confronto.

Quali sono le informazioni fondamentali che caratterizzano le nostra abitazioni dal punto di vista energetico ? Sicuramente gli aspetti più importanti sono:

  • involucro, ovvero tutte le superfici in contatto con l’ambiente esterno: le pareti, il tetto, le porte e le finestre. Non e’ altro che la “pelle” dell’edificio, determinando gli scambi di materia ed energia con l’esterno. Tanto più è energeticamente efficiente, tanto più fa risparmiare energia.
  • impianti, ovvero tutti i sistemi che si occupano di assicurare la climatizzazione invernale ed estiva della nostra abitazione. Riscaldamento e raffrescamento rappresentano sicuramente le voci più importanti della nostra bolletta energetica. Ma non bisogna dimenticare la ventilazione meccanica controllata che migliora la qualità dell’aria e consente di recuperare energia termica.
  • piano cottura induzione: per non dover essere allacciati al gas e massimizzare l’autoconsumo del fotovoltaico
  • domotica WiFi: per controllare e rendere intelligente la nostra abitazione

Involucro

Provo a fare una sintesi delle caratteristiche costruttive della mia casa elettrica, una villetta singola costruita in economia:

  • pareti: pannelli in lastre sagomate di EPS di 16 cm con reti metalliche interne ed esterne e strato superficiale di betoncino di 4 cm per lato Sytem+ MetroWall
  • tetto: in legno lamellare a vista, con assito in perline di 22 mm, isolamento con fibra di legno 16 cm, barriera al vapore e ventilazione
  • porte e finestre: serramenti in PVC triplo vetro Sistema Leonardo
  • portoncini di ingresso: Gasperotti Klima B

Ma vediamo i risultati raggiunti in termini di efficienza energetica tramite i dati tratti dall’Attestato di Certificazione Energetica (che non include il fotovoltaico poiché aggiunto successivamente):

PARAMETROVALORE
ProvinciaPavia
ComuneVigevano
Periodo di attivazione dell’impianto15-ott ÷ 15-apr
Gradi Giorno2.544 GG
Superficie utile114 m²
Fabbisogno annuo di energia termica
Climatizzazione invernale (ETH)66 kWh/m²a
Acqua calda sanitaria (ETW)19 kWh/m²a

Pompa di Calore

Daikin HPSU Compact 508 6 kW

Assolve le funzioni di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria.

Pompa di calore Rotex HPSU Compact

Ti consiglio di leggere:

Unità Trattamento Aria

VMC Italia LET 50-25 DC

Nella mia casa elettrica assolve le funzioni di ventilazione meccanica controllata e de-umidificazione. E’ in grado di effettuare anche integrazione al riscaldamento ed al raffrescamento.

VMC Italia LET

Ti consiglio di leggere:

Elettricità

Fotovoltaico 3 kWp (1,5 kWp Est + 1,5 kWp Ovest – Inverter Power-One)

Contatore Enel 4,5 kW

Tariffa D1 Pompe di Calore 

Scambio Sul Posto (SSP)

Ti consiglio di leggere:

Monitor consumi/produzione

OpenEnergyMonitor

Sistema di monitoraggio open-source per potenze elettriche, temperature ed umidità. Altamente espandibile e personalizzabile. Richiede conoscenze non sempre alla portata di tutti.

OpenEnergyMonitor

Elios4You

Effettua il monitoraggio della potenza prodotta dal fotovoltaico, della potenza prelevata dalla rete ed infine della potenza immessa in rete. Consente in modo programmabile di attivare un contatto per migliorare l’autoconsumo del fotovoltaico.

4noks Elios4you

Ti consiglio di leggere:

Piano cottura induzione Ariston KIO 744 DD Z

Piano cottura induzione

Puoi approfondire la mia esperienza leggendo Piano cottura induzione consumi kWh elettrici: quanto consuma ?


Il blog La mia Casa Elettrica non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Il blog La mia Casa Elettrica è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Amazon.it

Per collaborazioni e recensioni di nuovi prodotti e servizi: info@lamiacasaelettrica.com

New products and services reviews and cooperations: info@lamiacasaelettrica.com

Le richieste di supporto o chiarimento sono gestite esclusivamente nei commenti delle pagine.

Ultimo aggiornamento Amazon Affiliate 2022-01-16 at 10:41

211 commenti su “La mia Casa Elettrica Informazioni”

    1. Ciao Hal,

      grazie per la domanda molto interessante.

      Premesso che una newsletter è un po’ da boomer, tocchi un nervo scoperto su cui ho fatto un po’ di esperimenti ma senza conclusioni.

      Oggi come oggi il traffico del blog è originato principalmente dalla ricerca Google e del tutto marginalmente dalla pagina Facebook.
      Il canale YouTube viene utilizzato esclusivamente per qualche video di appoggio.
      Esiste anche il feed RSS ma non è evidenziato in modo alcuno.

      Oltre a sviluppare quanto detto in precedenza, ciò che è possibile affiancare potrebbe essere:
      – newsletter via mail
      – pagina Instagram
      – canale Telegram

      Che ne pensi? Tu cosa vorresti?

  1. Ciao e complimenti per aver condiviso le tue esperienze corredandole di spiegazioni e approfondimenti. Sono da poco in una casa di nuova costruzione in zona Garda (150 m2 utili) tecnicamente in classe A4. Ho installato una DAIKIN EHSX16P50BB da 11kw. Tutta la casa è elettrica. In questi primi mesi ho riscontrato dei consumi a mio parere abnormi (1200kw/h al mese con una utenza 10kw trifase)Ho da poco attivato 6Kw di impianto fotovoltaico con scambio sul posto che spero possano alleviare i miei “mal di testa”. Ho l’impressione che i consumi siano legati alla configurazione non ancora ottimale della PDC (soprattutto del backup heater da 9kw!) pertanto stavo cercando di seguire i tuoi percorsi e le tue esperienze. Una domanda probabilmente molto banale ma che non ho trovato risposta nel manuale : come si fa a selezionare il tipo di programma temporizzato di riscaldamento (e alla stessa stregua quello della produzione di acqua calda)? Dal menu posso accedere al “prog 1” e al “prog 2” e posso modificarne i parametri ma come faccio a selezionare il programma che voglio utilizzare ?
    Scusa se può sembrare banale . Se poi hai qualche suggerimento per la gestione della resistenza di backup te ne sarei grato.
    Grazie 1000!

    1. Ciao Giuliano,

      la mia raccomando è di:
      1) disattivare le resistenze
      2) allungare il periodo dopo il quale le resistenze entra in campo nella produzione di ACS
      3) monitorare ed abbassare la temperatura di mandata il più possibile (dipendentemente dall’impianto a pavimento o termosifoni)

      I consumi elevati dipendono in primis da temperatura di mandata nominale troppo elevata, che porta anche ad un funzionamento on off ulteriormente non ottimale.

      Per selezionare il modo operativo:
      – porta la rotella in alto a destra nella posizione Modo Operativo
      – con la rotella in basso a destra selezioni Automatico 1 o Automatico 2
      – premi la rotella in basso a destra per confermare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.