La mia Casa Elettrica Informazioni

La mia Casa Elettrica Informazioni

Questo blog nasce dalle mie esperienze di costruzione ed ottimizzazione della mia casa elettrica, ovvero un’abitazione alimentata esclusivamente da energia elettrica che si sono successivamente estese ad approfondire prodotti e soluzioni di domotica WiFi a basso costo come Sonoff e Shelly.

In questa pagina trovate le caratteristiche costruttive ed impiantistiche della mia casa elettrica con cui fare qualche confronto.

Quali sono le informazioni fondamentali che caratterizzano le nostra abitazioni dal punto di vista energetico ? Sicuramente gli aspetti più importanti sono:

  • involucro, ovvero tutte le superfici in contatto con l’ambiente esterno: le pareti, il tetto, le porte e le finestre. Non e’ altro che la “pelle” dell’edificio, determinando gli scambi di materia ed energia con l’esterno. Tanto più è energeticamente efficiente, tanto più fa risparmiare energia.
  • impianti, ovvero tutti i sistemi che si occupano di assicurare la climatizzazione invernale ed estiva della nostra abitazione. Riscaldamento e raffrescamento rappresentano sicuramente le voci più importanti della nostra bolletta energetica. Ma non bisogna dimenticare la ventilazione meccanica controllata che migliora la qualità dell’aria e consente di recuperare energia termica.
  • piano cottura induzione: per non dover essere allacciati al gas e massimizzare l’autoconsumo del fotovoltaico
  • domotica WiFi: per controllare e rendere intelligente la nostra abitazione

Involucro

Provo a fare una sintesi delle caratteristiche costruttive della mia casa elettrica, una villetta singola costruita in economia:

  • pareti: pannelli in lastre sagomate di EPS di 16 cm con reti metalliche interne ed esterne e strato superficiale di betoncino di 4 cm per lato Sytem+ MetroWall
  • tetto: in legno lamellare a vista, con assito in perline di 22 mm, isolamento con fibra di legno 16 cm, barriera al vapore e ventilazione
  • porte e finestre: serramenti in PVC triplo vetro Sistema Leonardo
  • portoncini di ingresso: Gasperotti Klima B

Ma vediamo i risultati raggiunti in termini di efficienza energetica tramite i dati tratti dall’Attestato di Certificazione Energetica (che non include il fotovoltaico poiché aggiunto successivamente):

PARAMETRONOMEVALOREUnita'
di misura
ProvinciaPavia
ComuneVigevano
Periodo di attivazione dell’impianto15 ottobre – 15 aprile
Gradi Giorno2.544GG
Superficie utile114,35
Fabbisogno annuo di energia termica
Climatizzazione invernaleETH66,11kWh/m²a
Climatizzazione estivaETC19,17kWh/m²a
Acqua calda sanitariaETW18,59kWh/m²a
Fabbisogno di energia primaria
Climatizzazione invernaleEPH25,98kWh/m²a
Climatizzazione estivaEPCkWh/m²a
Acqua calda sanitariaEPW12,34kWh/m²a
Totale per usi termicEPT38,32kWh/m²a

Pompa di Calore

Rotex HPSU Compact 508 6 kW

Assolve le funzioni di riscaldamento, raffrescamento e produzione di acqua calda sanitaria.

Pompa di calore Rotex HPSU Compact

Unità Trattamento Aria

VMC Italia LET 50-25 DC

Nella mia casa elettrica assolve le funzioni di ventilazione meccanica controllata e de-umidificazione. E’ in grado di effettuare anche integrazione al riscaldamento ed al raffrescamento.

VMC Italia LET

Elettricità

Fotovoltaico 3 kWp (1,5 kWp Est + 1,5 kWp Ovest – Inverter Power-One)

Contatore Enel 4,5 kW

Tariffa D1 Pompe di Calore 

Scambio Sul Posto (SSP)

Monitor consumi/produzione

OpenEnergyMonitor

Sistema di monitoraggio open-source per potenze elettriche, temperature ed umidità. Altamente espandibile e personalizzabile. Richiede conoscenze non sempre alla portata di tutti.

OpenEnergyMonitor

Elios4You

Effettua il monitoraggio della potenza prodotta dal fotovoltaico, della potenza prelevata dalla rete ed infine della potenza immessa in rete. Consente in modo programmabile di attivare un contatto per migliorare l’autoconsumo del fotovoltaico.

4noks Elios4you

 

Piano cottura induzione Ariston KIO 744 DD Z

Piano cottura induzione

Puoi approfondire la mia esperienza leggendo Piano cottura induzione consumi kWh elettrici: quanto consuma ?


Il blog La mia Casa Elettrica non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità. Non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n° 62 del 7.03.2001.

Il blog La mia Casa Elettrica è un membro del Programma di affiliazione Amazon UE, un programma pubblicitario di affiliazione pensato per fornire ai siti un metodo per ottenere commissioni pubblicitarie mediante la creazione di pubblicità e link a Amazon.it

Per collaborazioni e recensioni di nuovi prodotti e servizi: [email protected]

New products and services reviews and cooperations: [email protected]

Le richieste di supporto o chiarimento sono gestite esclusivamente nei commenti delle pagine.

 

Potrebbe interessarti anche:

123 pensieri su “La mia Casa Elettrica Informazioni

  1. Giuseppe

    Ciao Buongiorno
    mi sto avvicinando solo adesso al mondo della domotica per cercare di rendere un pochino ” smart” il mio appartamento e in questo il tuo Blog mi sta dando una grandissima mano. complimenti !
    Ho solo un dubbio che non riesco a risolvere e non riesco a trovare la soluzione in rete.
    Nel mio impianto tradizionale ho all’ ingresso dell’appartamento, nella 503, 2 deviatori che comandano 2 punti luce separati in cucina e dell’ altra parte della cucina 3 deviatori che 2 comandano i sopraccitati punti luce e un’ altro comanda un punto luce del corridoio.
    Volendo sostituire quello d’ ingresso con sonoff a 2 pulsanti e l’ altro con uno a 3 pulsanti, riesco a programmarli per il giusto funzionamento.
    Ti ringrazio in anticipo e di nuovo complimento per il blog.

      1. Giuseppe MARTINO

        Ciao grazie per la risposta, ma non riesco a capire perchè dovrei sostituire la plafoniera? i due punti luce sono separati in cucina e l’ altro si trova nel corridoio.
        Praticamente all’ entrata ho 2 deviatori nella stessa scatola 503; 1 comanda un punte luce diciamo A e l’ altro comanda un punto luce separato diciamo B.
        Dall’ altra parte della cucina vi sono , nella stessa scatola 3 dev.. 1 devia solo A, un altro solo B e un terzo che non centra nulla con la cucina , ma è un deviatore per un punto luce nel corridoio.
        Quindi volendo prendere un sonoff da 3 e un altro da 2 pulsanti, riesco poi a configurare i canali separatamente ?
        Scusa l’ ignoranza in materia ma sto imparando (forse).
        Grazie per la tua attenzione, ciao.

          1. Giuseppe MARTINO

            Ciao grazie,
            sono proprio un asino (con tutto rispetto per gli asini) non riesco proprio a capire.
            Ma riesco con le scene a configurare le varie accensioni con i sonoff tx?
            Scusami ancora, abbi pazienza ..

  2. francesco rossi

    Buongiorno,
    mi piace molto il vs. blog e volevo chiedere cortesemente una informazione, con quale dispositivo e relativa app posso far aprire il cancello di casa tramite la geolocalizzazione dello smartphone, nel senso che il cancello riceve automaticamente il comando di apertura quando mi sto avvicinando con l’auto a casa?
    Attendendo un vs. cortese riscontro, invio cordiali saluti.

  3. Gianni

    Buonasera. Leggo con piacere il tuo blog e lo trovo molto interessante. ti volevo porre un quesito. Come potrei dogmatizzare due bocchette dell’aria calda già provviste di motore? Io pensavo di utilizzare un dimmer wifi con protocollo zigbee Aqara collegati a sensori di temperatura sempre Aquari. Che ne pensi. Grazie e buon anno.

    1. La mia Casa Elettrica Autore articolo

      Ciao Gianni,

      essendo una cosa delicata capirei prima i motori esistenti che tipo di regolazione prevedono.
      Personalmente non conosco molto il sistema Xiaomi e quindi se un dimmer WiFi può essere regolato in base al valore misurato da un sensore di temperatura WiFi.
      Per la mia esperienza su altri fronti sarebbe un sistema di domotica fai da te davvero evoluto.

  4. edgar barbieri

    ciao, leggo con molta attenzione le tue guide, volevo chiederti un info in merito al sistema di monitoraggio: sto valutando la scelta tra il 4-Noks Elios4you e l’ OpenEnergyMonitor. Il secondo mi sembra più completo ed espandibile, ma non capisco se sia possibile configurare il contatto smartgrid da mandare alla PDC. Il mio scopo è il monitoraggio del Fotovoltaico, dei consumi e il dettaglio dei consumi provenienti dalla PDC o dai condizionatori, ottimizzando il tutto usando il contatto smartgrid della Daikin Rotex. Cosa mi consigli?

  5. Giuseppe Barbato

    Buongiorno c’e’ un modo che se va via la corrente si riceve una notifica.
    in attesa,grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.