Tariffa D1 pompe di calore: 2017

Enel Tariffa D1La mia fornitura di energia elettrica e’ in mercato libero con la tariffa D1 Enel Energia: cosa vuole in pratica la tariffa D1 ?

La riforma delle tariffe elettriche sta estendendo a tutte le utenze domestiche il concetto di tariffa non progressiva, ovvero costo unitario dell’energia elettrica indipendente dal livello dei consumi elettrici.

Suggerisco questa lettura preliminare: Pompa di calore, quanto consuma e come cambia la spesa con la nuova tariffa.

Per chi aveva optato come per la tariffa sperimentale D1 per pompe di calore, dal 1° gennaio 2017 viene applicata la nuova tariffa TD non progressiva (che entrerà in vigore per tutti solo dal 2018).

Tariffa D1 Enel Energia

Partiamo dai dati della mia fornitura e dai consumi effettuati (ricordo che ho l’opzione con consumati bimestrali di 800 kWh con eventuale conguaglio delle differenze una volta l’anno):

Tariffa D1 Enel EnergiaTariffa D1 Enel Energia

Possiamo ora confrontare l’ultima bolletta ricevuta relativa al periodo Febbraio 2017 – Marzo 2017 (che include tutti gli effetti della riforma tariffaria):

Tariffa D1 Enel Energia

Con la bolletta relativa al periodo Ottobre 2016 – Novembre 2016 (che non aveva ancora la riforma tariffaria):

Tariffa D1 Enel Energia

Sommario

Possiamo fare uno specchietto sintetico riepilogativo che confronta, relativamente alla mia tariffa D1 Enel Energia, le variazioni

Tariffa D1 Enel Energia

Direi un bel risparmio proiettato sui costi elettrici annuali !

Dettagli

Per chi fosse interessato ai dettagli delle nuove tariffe elettriche aggiornata, aggiungo anche la sezione di dettaglio della bolletta relativa al periodo Febbraio 2017 – Marzo 2017:

Tariffa D1 Enel Energia

2 risposte a “Tariffa D1 pompe di calore: 2017”

  1. La tariffa D1 è conveniente per chi ha la pompa di calore, ma per chi come me, che ho consumi annuali decisamente al di sotto dei 3000kWh, potrebbe andare bene anche una tariffa ordinaria. Per questo dico che ho una casa solare più che elettrica.
    Ciao Giacomo Brogi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *